Firenze e Bologna, due bellissime città che da sempre si danno battaglia in serie A nel derby dell’Appennino. Per l’occasione sono arrivati a Firenze dal capoluogo emiliano circa 1200 tifosi rossoblù, pronti a sostenere la propria squadra in questo finale di stagione. Presente in tribuna al Franchi anche il Presidente Joey Saputo, arrivato da Montreal per l’inaugurazione di domani alla nuova ala del centro tecnico. I viola hanno ancora la possibilità di qualificarsi per l’Europa League e vanno quindi a caccia di una vittoria in casa per dare qualche gioia ai tifosi vista l’ennesima stagione deludente.

PRIMO TEMPO: Si parte con il sole, primi 45 minuti abbastanza sonnolenti, Fiorentina più incisiva e Bologna troppo difensivo. Le azioni e le conclusioni più pericolose passano per l’area ospiti. La prima arriva dai piedi di Ilicic, lo sloveno calcia da fuori area non centrando però lo specchio della porta difesa da Mirante. Successivamente su calcio d’angolo battuto dal capitano Borja Valero, lasciato libero da marcatura in area colpisce di testa Astori ma l’83 del Bologna para facilmente. Contropiede della Fiorentina gestito da Badelj che allarga a sinistra per Borja Valero, lo spagnolo entra in area e conclude a botta sicura, bravissimo ancora una volta Mirante che respinge molto bene, azione che poi sfuma. Più tardi Kalinic invoca il calcio di rigore per una leggera trattenuta subita da Gastaldello, l’arbitro Doveri giustamente lascia correre.

SECONDO TEMPO: Kalinic termina il primo tempo zoppicando, Sosa decide quindi di far entrare Babacar. Oltre alla sostituzione in attacco cambia anche il meteo e sul Franchi si abbatte un temporale. L’unica cosa che non cambia è l’apatia del Bologna. Passano pochi minuti e su cross da sinistra di Milic, Babacar sovrasta Maietta in contrasto di testa e insacca nell’angolo alla destra di Mirante.

Finalmente Donadoni decide di cambiare i deludenti Taider e Viviani con Nagy e Dzemaili, sperando di dare una scossa al centrocampo rossoblù. Purtroppo però la partita non cambia e su errore abbastanza banale di Torosidis è ancora la Fiorentina a rendersi pericolosa, Tello si invola in fascia destra e mette il pallone rasoterra a centro dell’area, chiude in recupero Maietta. Passano i minuti e sugli sviluppi di un calcio d’angolo si rende pericoloso il Bologna, traiettoria che atterra sul secondo palo, dove il centrale Maietta colpisce l’esterno della rete di testa. Al 25’ del secondo tempo entra Saponara, proprio l’ex Empoli tira molto bene dai 20 metri, il portiere ospite è attento e respinge sopra la traversa. L’unica volta che Tatarusanu si sporca i guanti è su una conclusione di Krejci che però non gli crea particolari grattacapi. C’è spazio per un altro miracolo di Antonio Mirante, che toglie dal sette una punizione dal limite di Borja Valero.

Perdere a Firenze è lecito, però gli uomini di Donadoni non sono mai sembrati in partita per davvero. Se ad inizio secondo tempo sostituisci due dei centrocampisti su cui hai fatto affidamento nell’11 titolare, probabilmente c’è stato un errore di formazione dall’inizio. Il modulo adottato dal Mister, costringe il ceco Krejci ad una partita di sacrificio più difensiva che offensiva, senza mai poter incidere. Nonostante i 2 gol segnati fino ad oggi, Viviani con la sua ennesima prestazione impalpabile con inevitabile sostituzione si dirige verso la definitiva bocciatura. Male anche Destro che non fa di più che prendersi un giallo per un intervento fuori tempo in metà campo viola. Quando il migliore in campo è il tuo portiere, purtroppo qualcosa è andato storto. Fiorentina che ha fatto la sua partita senza troppe pretese, la loro vittoria gli permette di rosicchiare 2 punti al Milan nella corsa all’Europa League. Viste le buone prestazioni di Kalinic, Babacar non ha avuto tanto spazio in stagione. Il senegalese con questo gol si dimostra pronto e lancia un segnale positivo a mister Sosa.

FIORENTINA (3-4-2-1): Tatarusanu, Tomovic, Astori, Sanchez, Badelj, Borja Valero, Tello (84’ Chiesa), Milic, Ilicic (71’ Saponara), Cristoforo, Kalinic (46’ Babacar).

BOLOGNA (3-5-2): Mirante, Gastaldello, Torosidis (77’ Di Francesco), Maietta, Mbaye, Krejci, Viviani (54’ Nagy), Donsah, Taider (54’ Dzemaili), Verdi, Destro.

AMMONITI: Destro, Badelj, Tomovic, Cristoforo, Krejci.

RETI: Babacar 51’

Annunci

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here