Der Spiegel nomina Trump “Loser of the Year”

La rivista tedesca ha etichettato il presidente americano come il perdente dell’anno

0
1311
Der Spiegel nomina Trump

Ieri il Time ha annunciato che Joe Biden e Kamala Harris sono state nominate “Person of the Year”. Ora la rivista tedesca Der Spiegel ha nominato il presidente uscente Donald Trump “Loser of the Year”. La rivista descrive i fallimenti di Trump nel gestire la pandemia di coronavirus. Inoltre descrive il Presidente come un uomo che si preoccupa solo di sé stesso.

Der Spiegel nomina Trump perdente dell’anno?

La rivista tedesca Der Spiegel, in un articolo, ha fornito una valutazione fulminante del presidente americano Donald Trump. L’articolo intitolato “Der Verlierer des Jahres”, che si traduce “Il perdente dell’anno”, è stato scritto dal capo dell’ufficio di Washington Roland Nelles e il corrispondente di Berlino Ralf Neukirch. I due autori descrivono Trump come “un uomo che … non si è mai preoccupato di il bene comune, ma sempre con una cosa: sé stesso “. Il pezzo di oltre 3300 parole si sofferma ha criticare la risposta di Trump alla pandemia di coronavirus e il suo rifiuto di accettare la sconfitta elettorale.  

Der Spiegel: presidenza Trump senza decenza e dignità

Gli autori scrivono: “Niente è normale sotto Trump. Si rifiuta di ammettere la sconfitta. Al contrario, parla di una massiccia frode elettorale, sebbene non ci siano prove a sostegno. L’intera cosa non sorprende. La presidenza di Trump finisce come è iniziata. Senza decenza e senza dignità. Il paese è più diviso che mai dai tempi della guerra civile. Questo non è un sottoprodotto della politica di Trump, è il suo obiettivo. Il conflitto permanente fa parte della sua strategia … non dà nemmeno l’impressione di essere il presidente di tutti gli americani. Il movimento Black Lives Matter e le proteste e contro-proteste seguite all’uccisione di Geroge Floyd a maggio hanno evidenziato che è il momento di unire il Paese. Ma Trump sta alimentando il conflitto. Manda truppe federali a Portland, anche se il governatore dell’Oregon è contrario. Incolpa l’Antifa per le violenze ed evita di distinguersi dalle milizie estremiste di destra”.

L’articolo critica la gestioni di Trump della pandemia

L’articolo critica anche il licenziamento da parte di Trump di numerosi funzionari dell’amministrazione, il suo processo di impeachment e i senatori del GOP che afferma abbiano agito come suoi facilitatori. Der Spiegel scrive: “Il partito un tempo orgoglioso di Abraham Lincoln è degenerato in una collezione di yes-men smidollati”. La rivista continua dicendo che Trump ha gestito in modo pessimo la pandemia di coronavirus. Sottolinea che ha minimizzato la pandemia e l’ha politicizzata. Inoltre ha il Presidente ha rifiutato di assumersi le sue responsabilità durante la peggiore crisi sanitaria che l’America ha sofferto negli ultimi 100 anni. Gli autori scrivono che Trump è complice delle morte di numerosi americani. Inoltre affermano che la pandemia a smascherato senza pietà le debolezze di Trump r il suo disprezzo per la scienza e la sua incompetenza.   


Time Person of the Year 2020: Joe Biden-Kamala Harris

Commenti