Denunciato commerciante: era in possesso di stupefacenti e porto d’armi abusivo

0
120
Denunciato commerciante

“In possesso di crack, cocaina, marijuana, eroina e di un coltellaccio”: denunciato commerciante

Denunciato commerciante cinquantenne dovrà adesso rispondere delle ipotesi di reato di detenzione di sostanze stupefacenti ai fini di spaccio e porto abusivo di armi e strumenti atti ad offendere. E’ stato trovato in possesso mentre era in macchina -di una dose di crack e di un coltello a serramanico con lama di 15 centimetri circa.

A casa, i carabinieri gli hanno invece trovato e sequestrato ben quattro bilancini elettronici di precisione e sostanza da taglio, verosimilmente mannite, per circa 2 grammi, 25 grammi di marijuana, circa 1 grammo di eroina, un ulteriore grammo di crack e due grammi di cocaina, suddivisa in due dosi. Il commerciante cinquantenne di Aragona è stato denunciato alla Procura per detenzione di sostanze stupefacenti ai fini di spaccio e porto abusivo di armi e strumenti atti ad offendere. 

Famiglia avvelenata dalla Mandragola a Canicattì (Agrigento)

Bruciano due capannoni a Naro (Agrigento)

Crolla palazzina nel centro storico di Favara (Agrigento)

Il controllo dei carabinieri della stazione di Aragona, coordinati dal luogotenente Paolino Scibetta, è scattato nella mattinata di sabato. In centro storico, il commerciante – durante una perquisizione personale – è stato trovato in possesso di una dose di crack e di un coltello a serramanico con lama di 15 centimetri.

Agrigento – Aggredito negoziante a colpi di chiave inglese

San Giovanni Gemini (Agrigento) – Mistero sulla morte del 45enne: incidente domestico o malore?

La perquisizione è stata estesa anche all’abitazione dell’uomo dove i carabinieri hanno trovato, oltre a strumenti per il taglio e il confezionamento della sostanza, quattro bilancini elettronici di precisione, circa 2 grammi di sostanza tipo mannite; 25 grammi di marijuana, uno di eroina, uno di crack e due grammi di cocaina, suddivisa in due dosi. 

L’uomo è stato denunciato alla Procura. Tutto quanto è stato trovato dai militari dell’Arma è finito sotto sequestro.