Denti gialli? Forse li stai spazzolando troppo

0
270
Denti gialli


Fin da quando eri un bambino, probabilmente hai sentito dai dentisti e dai genitori che lavarsi i denti spesso è fondamentale se vuoi un sorriso bianco scintillante ed evitare i denti gialli. Eppure in un video sulle tre cause comuni dei denti gialli, il dentista cosmetico Joyce Kahng fa riflettere sulle abitudini di igiene orale. Sebbene i primi due motivi nel suo video siano in qualche modo autoesplicativi (accumulo di placca e macchie di caffè e/o cibo), “il terzo sorprenderà molte persone”, dice Kahng nel video. “In realtà è per spazzolare troppo forte.” Sì, proprio così. Perché lo spazzolamento aggressivo fa ingiallire i denti? Ecco le principali conseguenze.

1. Elimina lo smalto

Nel video Kahng dice che spazzolare troppo o troppo spesso può spogliare lo smalto del dente, facendolo apparire più giallo. Secondo il dentista funzionale Mark Burhenne, DDS, il diradamento dello smalto richiede molto tempo, ma è possibile. Quando ciò accade, il secondo strato del dente, chiamato strato di dentina, viene esposto. “La dentina è un tessuto vivente con tubuli. Questi tubuli sono collegati ai nervi dei denti e, quando non sono protetti dallo smalto, diventano più sensibili a cibi e bevande freddi, acidi o zuccherini. Inoltre, è più naturalmente giallo dello smalto”.

Denti gialli

2. Provoca la recessione gengivale

L’altro motivo per cui spazzolare troppo o troppo spesso può causare l’ingiallimento dei denti è la recessione gengivale. Il piccolo strato sottile di tessuto gengivale che copre la base del dente è chiamato margine gengivale libero. Spazzolando ripetutamente contro quel margine libero, specialmente se lo spazzolino da denti ha setole di nylon resistenti, la gengiva inizierà a strapparsi ed esporrà la radice del dente. Questa porzione della radice del dente è anche più gialla e simile allo strato di dentina.

Denti gialli? Con che frequenza bisognerebbe lavarli

Sia la delicatezza che la qualità delle setole dello spazzolino sono importanti, ma generalmente si consiglia di spazzolare per due minuti, due volte al giorno. Anche altri prodotti sbiancanti naturali possono aiutare, ma bisogna evitare i conservanti nei prodotti per l’igiene orale. Spesso l’ingiallimento dei denti è conseguenza di un cambiamento di colore estrinseco. Ciò si verifica a causa dell’accumulo di tartaro e placca, nonché per la colorazione di cibi e bevande. Tutti questi fattori esterni possono essere invertiti con una pulizia e lucidatura dentale. Se l’ingiallimento non va via con una pulizia dei denti, potrebbe essere un segno di recessione gengivale o carie dello smalto per il cosiddetto “overbrushing”. A questo punto è bene consultare il proprio dentista.

Commenti