Il 1992 è l’annata che ha prodotto un buon numero di giovani popstar esplose negli ultimi anni, a Demi Lovato non fa eccezione. Nata il 20 agosto 1992, Demi è figlia di una donna americana e di un uomo latino, un mix di origini che alla lontana la collega anche all’Italia, nazione da cui provengono alcuni suoi avi. Un’infanzia complicata la sua, a lungo vittima di un padre carnefice ed alcolizzato, che subisce tuttavia una rivoluzione quando sua madre decide di andare via di casa e sposa un altro uomo da cui avrà un’altra figlia: l’attrice di Desperate Housewives Maddie De La Garza.

Anche la carriera di Demi inizia come quella di attrice bambina: insieme a Selena Gomez è fra le protagoniste di Barney & Friends, ma inizia a farsi notare anche a livello canoro. Il suo successo esploderà definitivamente soltanto durante l’adolescenza, quando un provino di Disney Channel le permetterà di ottenere un ruolo da protagonista in uno dei film TV per ragazzi di maggior successo di sempre: Camp Rock. Interpretando il ruolo di Mitchie Torres, Demi ha modo di farsi notare sia come cantante che come attrice: non solo il film ha un successo enorme, ma lo stesso vale anche per la vendutissima colonna sonora e per il primo singolo “This Is Me”, vera hit planetaria. Contestualmente, la ragazza pubblica anche il suo primo album “Don’t Forget”, completamente incentrato sul pop-rock, e recita in altri film TV e serie TV di Disney Channel, tra cui “Camp Rock 2”.

Pubblicati un secondo album pop-rock, “Here We Go Again”, ed un’altra colonna sonora di successo per il secondo capitolo di “Camp Rock”, Demi Lovato è purtroppo costretta ad ammettere davanti al mondo intero le sue fragilità: l’incapacità di gestire un successo così improvviso ed i traumi d’infanzia l’hanno spinta verso alcool e droghe ed un conseguente un percorso di riabilitazione, tagliando le gambe alla sua carriera di attrice televisiva ma non a quella musicale. Conclusa l’esperienza con la rehab, Demi ritorna immediatamente con uno dei singoli più riusciti della sua carriera: “Skyscraper”.

Ballata commovente ed egregiamente interpretata, Skyscraper offre a Demi finalmente l’opportunità di essere considerata seriamente come cantante anche fuori dal contesto Disney: il successo è prorompente ed immediato, e così l’artista pubblicherà subito il terzo album “Unbroken”, un disco in cui mostra le sue capacità anche in generi diversi dal pop-rock. Il secondo singolo “Give Your Heart A Break” è un altro immenso successo, e così sarà anche per il primo estratto dall’album successivo, “Heart Attack”. Nel frattempo i numeri di Demi Lovato salgono anche con album e tour, l’impegno serio come attrice ha un canto di cigno con un ruolo nella serie TV “Glee” e la sua popolarità è sempre più crescente.

Negli anni a seguire, fra alti (Cool For The Summer e Sorry Not Sorry su tutti), bassi, collaborazioni di successo ed altro, Demi si è consolidata una posizione sempre migliore nell’universo musicale. Anche le persone più restie ad apprezzare una cantante nata in casa Disney hanno cominciato a riconoscere la sua enorme potenza vocale e la sua meravigliosa timbrica, la sua versatilità le ha permesso di fare dance, R&B, pop, pop-rock e mille altri generi contestualmente riuscendo quasi sempre a creare brani molto forti, e soprattutto recentemente alcune collaborazioni hanno incrementato notevolmente il suo successo in Europa. E così, dopo il risultati inferiori alle aspettative di un album comunque molto buono come “Confident”, Demi ottiene la sua era discografica di maggior successo con l’album successivo, “Tell Me You Love Me”, album che l’ha portata ad un tour che ha toccato finalmente anche l’Italia.

Purtroppo, proprio nel momento in cui tutto sembrava volgere per il meglio, proprio quando aveva avuto addirittura modo di duettare con il suo idolo di sempre Christina Aguilera nel brano “Fall In Line, la ragazza fragile che è in Demi Lovato è tornata ad avere la meglio sul suo grande talento: ricaduta nella spirale della droga, Demi ha avuto una vera e propria overdose, rischiando seriamente la vita.

Furono attimi terribili per i suoi fan sparsi in tutto il mondo, ma alla fine i medici sono riusciti a salvarla e la cantante se l’è “cavata” con un lungo periodo di riposo e con l’annullamento della parte restante del tour e di tutti gli altri impegni lavorativi. Attualmente, sembrerebbe che la cantante di “Solo” stia per tornare (QUI PER APPROFONDIRE), tuttavia non sappiamo se il suo ritorno in scena avverrà effettivamente nei prossimi mesi oppure no.

A questo punto, non possiamo che fare gli auguri di buon compleanno a quella che ormai è una donna: vivere nel mondo dello spettacolo da quando si è bambini non sarà stato una passeggiata, soprattutto alla luce di un’infanzia difficile, tuttavia speriamo che in futuro riesca a liberarsi dei suoi demoni ed a concentrarsi su ciò che di bello le è capitato in questi 27 anni.

Demi Lovato ha talento, ha la fortuna di poter vivere delle sue capacità, ha fama, ha denaro, ha bellezza: tutte cose che in molte persone sognano. Speriamo quindi che riesca in futuro a concentrarsi su di questo invece che su ciò che le manca, e magari anche a circondarsi di persone che la facciano sentire amata e non le facciano sentire il bisogno di inseguire la falsa felicità della droga.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here