Demi Lovato rivoluziona il suo team: ecco chi gestirà il suo ritorno in scena

Cos'è successo a Demi Lovato dopo il grande scandalo della scorsa estate? Riassumiamo qui l'intera vicenda, che sembra promettere un futuro positivo per l'artista

0
1493

Per gli amanti della musica pop americana, ormai Demi Lovato è tutto fuorché una sconosciuta. Entrata nel mondo dello spettacolo da giovanissima, con conseguente pubblicazione dei suoi primi due album da minorenne, l’interprete è ad oggi una delle pochissime ad aver raggiunto la numero 1 della classifica album americana prima di compiere 18 anni.

Una carriera in un primo momento divisa fra recitazione e musica, con grande successo più nel primo che nel secondo campo grazie ai musical televisivi “Camp Rock” e “Camp Rock 2”, ma che poi si è spostata sempre di più verso la sola musica, con conseguente esplosione del successo di brani come “Skyscraper”, “Give Your Heart A Break”, “Heart Attack”, “Cool For The Summer” e “Sorry Not Sorry”. Più deboli le vendite degli album, così come per molti artisti dell’attuale generazione, ma in compenso abbastanza forte il successo dei tour, in particolare per il suo recente “Tell Me You Love Me World Tour”, che fece tappa anche a Bologna.

Proprio subito dopo la leg europea del suo ultimo tour, la talentuosa interprete sembrava nel momento più roseo della sua carriera: i vertici delle classifiche europee si erano finalmente piegati a lei grazie alle collaborazioni “Echame La Culpa” e “Solo” (entrambe successi anche in Italia) e proprio il suo idolo Christina Aguilera l’aveva appena scelta per un singolo in duetto, “Fall In Line”, con tanto di esibizione live ai Billboard Music Awards, uno dei principali eventi musicali americani.

Alla luce di tutto ciò, è stato un fulmine a ciel sereno per tutti i suoi fan scoprire che in realtà la Lovato non era affatto felice in tale periodo, al punto da ricadere nel vortice delle droghe, che già l’aveva schiacciata negli ultimi anni dell’adolescenza. Una verità confessata prima nel toccante singolo “Sober”, ma esplosa poi sotto gli occhi di tutti in seguito ad un’overdose che avrebbe potuto rivelarsi fatale, ma che alla fine ha avuto come unica conseguenza la conclusione anticipata del tour e dell’era discografica.

In seguito a questi terribili avvenimenti, la famiglia di Demi ha cercato di prendere il controllo della situazione, credendo che parte della colpa di quanto accaduto fosse del nuovo entourage di Demi, che ha finito per essere licenziato in tronco. La decisione è stata condivisa anche da molti amici storici della Lovato, che non essendo riusciti in precedenza ad allontanarla da persone che ritenevano nocive avevano finito per essere scacciati loro stessi, ma che in molti casi sono poi tornati a far parte della vita dell’artista, come testimoniano molti post sui social.

Una volta concluso il periodo in riabilitazione, Demi ha riacceso i riflettori su di sé a piccole dosi, tornando ad interagire con i social network soltanto in occasione della mid-tem elections americane: in tale frangente la popstar ha infatti deciso di spronare i suoi fan ad andare a votare.

https://www.instagram.com/p/Bp2jlPwh53d/

Nei mesi successivi, le notizie avute sul lato professionale di Demi Lovato sono state davvero poche, ma sicuramente rilevanti: si tratta del licenziamento di Phil McIntyre, suo manager da moltissimo tempo. Una notizia che sembrava presagire un enorme cambiamento, ed infatti così è stato! Nei mesi successivi ha iniziato a serpeggiare la voce che Demi stesse per firmare un contratto con un manager molto più importante, l’ormai celebre Scooter Braun, artefice in toto delle carriere musicali di artisti come Justin Bieber, Ariana Grande e Carly Rae Jepsen.

Per un lungo periodo nessuno ha confermato o smentito la notizia, ma alla fine entrambi i protagonisti del rumor l’hanno ufficializzato, condividendo anche una foto di rito. Ciò significa dunque che la Lovato sarà adesso gestita da una personalità che ha dimostrato capacità enormi nel fiutare la possibilità di creare tormentoni e di stabilizzare carriere su determinati livelli di successo: abilità che saranno sicuramente utili per un ritorno atteso ma anche difficile come quello attuale di Demi Lovato.

https://www.instagram.com/p/BxV1jzjhBZr/

A completare il quadro è infine una notizia di questi ultimi giorni, riguardante non più la gestione di Demi a livello musicale ma soltanto gli aspetti puramente promozionali, simili per tutte le tipologie di celebrità. Demi Lovato ha infatti firmato un ulteriore contratto con la “William Morris Agency”, industria che si occupa della promozione su tutti i livelli: social network, pubblicità, utilizzo dell’immagine, tutto ciò che per l’appunto può aiutare qualsiasi tipo di celebrità ad incrementare gli apprezzamenti ed a farsi conoscere di più. Si tratta di un’agenzia di cui fa già parte un’altra celebrità nata su Disney Channel, Selena Gomez, nonché anche il fenomeno musicale più potente della nostra epoca: Adele.

Che dire, nonostante non ci sia stato ancora nessun annuncio riguardante nuova musica e la stessa Demi abbia affermato “tornerò solo quando sarò pronta”, sembrerebbe che qualcosa bolla effettivamente in pentola, e che si stia concretizzando un piano per gestire il suo ritorno in scena con l’aiuto di professionisti su tutti i fronti. Demi Lovato è sicuramente una cantante da un talento molto grande, un’interprete emozionante con una voce riconoscibile e molto potente, e negli ultimi anni è migliorata molto anche come performer: tutte caratteristiche che potrebbero permetterle di incrementare di molto un successo finora forte più a livello americano che a livello mondiale, a patto che venga gestita da persone competenti. Staremo a vedere quindi cosa accadrà nei prossimi mesi.

Commenti