Deforestazione amazzonica: è esplosa ad agosto dai dati INPE

0
187

La deforestazione amazzonica la foresta pluviale brasiliana è aumentata dell’11% ad agosto con la deforestazione. Che ha raggiunto 1.661 chilometri quadrati (641 miglia quadrate), un’area più di 28 volte più grande di Manhattan. Secondo i dati diffusi oggi dall’agenzia nazionale di ricerca spaziale brasiliana, INPE.

Brasile: deforestazione amazzonica

Il conteggio porta il disboscamento della foresta pluviale rilevato nell’Amazzonia brasiliana dall’inizio dell’anno dal sistema di allerta per la deforestazione dell’INPE a 7.135 chilometri quadrati. Il più alto mai registrato nel 2008. Circa l’80 della deforestazione di agosto si è verificata in soli tre stati: Para (41%), Mato Grosso (20%) e Amazonas (19%).

I dati: deforestazione amazzonica

L’Inpe ha riferito che lo scorso agosto l’Amazzonia ha subito il maggior numero di incendi dal 2010. Solo il 22 agosto, i satelliti hanno registrato più di 3.300 allarmi antincendio, il numero più alto in un solo giorno in 15 anni.

Nadia: l’indigena che difende la foresta Amazzonica

La deforestazione nell’Amazzonia brasiliana

E’ in aumento dal 2012 ed è particolarmente accelerata dal 2019, quando Jair Bolsonaro è diventato presidente seguito di una campagna in cui ha sostenuto l’aumento dell’estrazione mineraria, dell’agricoltura industriale, del disboscamento e dell’estrazione di energia nella regione. Da allora l’amministrazione Bolsonaro ha mantenuto tale impegno, tagliando i budget delle forze dell’ordine ambientali, concedendo l’amnistia per la deforestazione illegale, aprendo aree protette e terre indigene alle attività estrattive e usando un’accesa retorica contro scienziati, attivisti ambientali e difensori dei diritti degli indigeni.

Più del 17% dell’Amazzonia brasiliana è stato bonificato dalla fine degli anni ’70

Gli scienziati affermano che ci sono segni che la gigantesca foresta pluviale stia passando a un ecosistema più secco e soggetto a incendi a causa degli effetti combinati del cambiamento climatico, del degrado delle foreste e della deforestazione. Il Brasile rappresenta più di tre quinti della foresta pluviale amazzonica, la più grande foresta tropicale del mondo.