Decreto Green Pass: la Camera dà il via libera

0
491
Nuovo decreto sul Green Pass

In Consiglio dei ministri, riguardo al decreto Green Pass, è stato approvato l’obbligo della certificazione per i dipendenti esterni di scuola ed università e per lavoratori, anche esterni, delle Rsa.

Presto un’estensione

Il Consiglio dei ministri ha dato il via libera al decreto legge “per fronteggiare l’emergenza in ambito scolastico, della formazione superiore e socio sanitario-assistenziale”.
Il presidente del Consiglio Mario Draghi ha affermato che “a breve ci sarà un intervento ampio sull’ estensione del Green pass”.

L’approvazione alla Camera del decreto Green Pass

Il decreto contiene le norme sul green pass e proroga a fine anno lo stato di emergenza nazionale. Inoltre, rivede i parametri sanitari per il passaggio di colore nelle regioni del Paese. I voti a favore alla Camera sono stati 259, 34 i contrari, due gli astenuti. Il testo, che scade il prossimo 21 settembre, ora passa al Senato.


Green pass si espande a macchia d’olio: è una forzatura?


La posizione della Lega

I pochi deputati Lega in Aula votano a favore. “Rivendico il lavoro fatto bene con Fdi: è opportuno che in questi casi ci siano degli argomenti che passano oltre le maggioranze di governo momentanee”. Ecco quanto affermato nell’Aula della Camera Claudio Borghi della Lega in una dichiarazione di voto sul dl Green pass. “Grazie al nostro atteggiamento doveroso, e che qualcuno considera irresponsabile, abbiamo ottenuto impegni importanti negli odg da parte del governo”, conclude.

Le parole di Salvini

Già nelle ore in cui si stava discutendo sul decreto il leader della Lega Matteo Salvini aveva espresso la sua posizione parlando con i giornalisti a Castrovillari. “Se accolgono le nostre proposte sui tamponi gratuiti, rapidi, salivari, sulla durata di un anno del green pass, sul no agli obblighi vaccinali per tutti i lavoratori, sul risarcimento danni per eventuali problemi causati, sul no all’utilizzo del green pass sui mezzi pubblici e anche la rottamazione delle cartelle di Equitalia, insomma se si ascoltano le proposte della Lega e le accettano voteremo a favore”.

Le proposte tenute in considerazione nel decreto Green Pass approvato

Alcune delle modifiche richieste dai deputati sono state incluse, se non nel loro interezza almeno in parte. Ad esempio, l’articolo 3 estende la validità della certificazione da 9 a 12 mesi. Inoltre, l’articolo 5 è diretto ad assicurare, fino al 30 novembre 2021, la somministrazione, presso le farmacie e altre strutture sanitarie, di test antigenici rapidi a prezzi contenuti. A tal fine è autorizzata, per il 2021, la spesa di 45 milioni di euro favore del Commissario straordinario che provvede al trasferimento delle risorse alle regioni e alle province autonome sulla base dei dati disponibili sul sistema Tessera Sanitaria.