Dalla tazzina alla casa di caffè: ricostruzine ecologica

Case di caffè. In Columbia, dalle bucce ricavate dalla tostatura del caffè mescolate a plastica riciclata, si ricava materiale di costruzione.

0
436

Solitamente quando il caffè viene tostato, le bucce di caffè sono materiale di scarto, ma da oggi possono diventare materiale di costruzione per una casa di caffè.

Dove nasce l’idea di una casa di caffè?

Ci troviamo in Columbia, uno dei maggiori paesi produttori di caffè a livello mondiale, e quindi con una grande quantità disponibile di bucce di caffè. Un materiale cartaceo e resistente, che diventando rifiuto viene scaricato in enormi pile da smaltire. Un’azienda di Bogotà trasforma queste enormi quantità di scarto, mescolandole con plastica riciclata, in materiale di costruzione, diminuendo l’emissione di metano nell’atmosfera, un potete gas serra, che si forma con lo smaltimento. L’azienda di Bogotà, la Woodpecker, è da un decennio che sta elaborando questa soluzione. Pareti resistenti e leggere prodotte da materiale di scarto, per creare case prefabbricate a basso costo, circa 3.800 euro. Le bucce di caffè si sono rilevate economiche, ma anche ignifughe e molto resistenti per questo tipo di prodotto.


Monocabin: case sostenibili, tutte made in Italy


Un metodo ecologico, semplice ed economico

Alejandro Franco, l’amministratore delegato della start up, racconta che l’idea nasce dalla necessità di creare un materiale di costruzione leggero che vada a sostituire quello tradizionale con mattoni, calcina e calcestruzzo, per poter raggiungere le aree rurali con più facilità. Questo perchè spesso c’è bisogno di spostare il materiale con piccole barche, elicotteri e spesso dorsi di asini, per raggiungere quelle aree in cui c’è bisogno di costruire case e aule. Prima delle bucce di caffè sono stati testati diversi materiali insieme alla plastica, come il riso, la segatura, fibra di erba o di palma, ma alla fine la buccia di caffè si è rilevata la più adatta, oltre ad ignifuga e ampiamente disponibile, è anche resistente agli insetti.

Come si costruisce la casa di caffè

I kit di costruzione sono simili ai lego, con telai in acciaio e pannelli di plastica e bucce di caffè, facilmente assemblabili. La maggior parte delle case le costruisce l’azienda, ma capitano anche persone che acquistano solo il kit per poi assemblarle da soli. I modelli delle case sono progettati su scala standard con diversi design, studiati appositamente per utilizzare il minor numero possibile di parti e abbattere i costi. Così al basso costo della materia prima si aggiunge l’abbattimento dei costi di una produzione su alta scala. La costruzione di una casa può richiedere al massimo una settimana.

Il caso di Providence

Lo scorso novembre, l’isola colombiana di Providence è stata colpita dall’uragano Iota di categoria 5, che ha distrutto più di 1.300 case. Il governo contattò subito la Woodpecker per chiedergli aiuto, avendo bisogno di ricostruire velocemente. L’azienda inviò due prototipi per vedere se potevano andare bene, che sono stati costruiti in soli 5 giorni, nonostante la situazione difficile con l’aeroporto danneggiato, nessuna fornitura di energia e acqua, niente cibo e tutto quello che una catastrofe può comportare. E mentre l’azienda sta aspettando l’ok per ricostruire l’isola e nuovi ordini per espandere questa soluzione innovativa, continua a operare in aree a basso reddito, essendo queste case, un’ottima soluzione per poter superare la crisi abitativa.