Dalla cucina al riscaldamento: come risparmiare gas

0
148

Le bollette incidono molto sul bilancio familiare, a meno di non imparare a tagliare gli sprechi, in modo tale da snellirle. Luce, gas e acqua sono risorse preziose e in quanto tali hanno un costo non indifferente: non se ne può fare a meno, ma questo non ci autorizza a sprecarle né tantomeno a sottovalutarle. Per questo motivo è sempre utile ridurne i consumi, così da andare incontro non solo al nostro portafogli, ma anche all’ambiente.

L’aumento dei prezzi di primavera

Dato che il pensionamento del mercato a maggior tutela è slittato ancora una volta (gennaio 2023), ad oggi ci sono diverse famiglie che ancora si trovano all’interno di quest’ultimo. Di conseguenza, ancora molte famiglie hanno a che fare con bollette soggette alle variazioni dei prezzi stabilite dall’ARERA, la quale si basa sull’andamento del mercato energetico, orientandosi sul costo delle materie prime.

Gli aumenti di aprile testimoniano l’urgenza di trovare una soluzione, che parte innanzitutto dall’adozione di una serie di tecniche utili per risparmiare sui consumi. Fra questi il gas è senza ombra di dubbio uno dei più impattanti a livello di costi e di bollette, ma quali sono le migliori strategie per abbattere gli sprechi?

I migliori consigli per risparmiare sul gas

Anche se oramai ci avviamo verso la bella stagione, come certificano le temperature in molte regioni della Penisola, ancora oggi ci sono certe zone d’Italia dove fa freddo e dove si tengono accesi i termosifoni. Proprio i caloriferi richiedono un’adeguata manutenzione periodica per ottimizzare il lavoro della caldaia e per risparmiare sul gas consumato. È inoltre possibile ricorrere alle nuove tecnologie, come nel caso dei termostati smart, che permettono di impostare temperature differenti per ogni ambiente della casa.

Il risparmio, però, passa anche dalla scelta di un operatore più conveniente: dunque l’importante è informarsi bene, consultando anche alcune guide informative, come quella sulle compagnie gas di Vivigas ad esempio. In questo modo si potranno valutare con attenzione tutti gli aspetti più importanti riguardanti la fornitura.

Tornando ai consigli pratici, si suggerisce di fare molta attenzione anche in cucina, perché è qui che spesso si consuma molto gas senza accorgersene. È meglio utilizzare i fornelli piccoli quando quelli grandi non sono indispensabili, e coprire sempre le pentole in fase di cottura o di bollitura dell’acqua, per evitare di disperdere del prezioso calore. Ci sono anche delle tecniche di cottura che danno la possibilità di risparmiare sui consumi, come nel caso del vapore, ed è bene sottolineare anche questo aspetto. Infine, è il caso di optare per la sostituzione della caldaia, se si possiede un modello vecchio: da questo punto di vista, i modelli a condensazione sono i migliori in assoluto, dato che sfruttano i fumi per alimentarsi in parte. Concludendo, del gas non se ne può fare certo a meno, ma ci sono dei consigli utili per abbattere i consumi e di riflesso i costi.

Commenti