Dal caldo al gelo: sarà freddo estremo? Ipotesi

0
262
Dal caldo al gelo

Dal caldo al gelo. Sarà freddo estremo? Ipotesi. Esagerazioni o no? Scopriamolo

L’Autunno sta per terminare. Astronomicamente abbiamo davanti un altro mese, o giù di lì, autunnale mentre meteorologicamente tra 5 giorni potremo considerare conclusa una stagione che spesso e volentieri è stata fin troppo estrema.

Ora, giustamente, in tanti ci state domandando se l’Inverno sarà altrettanto estremo. Si parla di freddo, si parla di un vero e proprio terremoto che potrebbe spalancare le porte al gran freddo. Sì, ma quanto freddo? Poco o tanto? La risposta a tale quesito non c’è ed è bene sgombrare immediatamente il campo dai dubbi. Possiamo ipotizzare una stagione estremamente interessante, questo sì, ma non potremo mai sapere quanto farà freddo, se arriverà il gelo, se nevicherà in questa o quell’altra località. Non abbiamo sfere di cristallo.

Il fatto che faccia freddo, in Inverno, chiaramente fa parte del gioco. Diciamo che, confermano la tesi portata avanti per settimane, potrebbe trattarsi di un Inverno mediamente più freddo del normale. A quel punto sarebbe meteo estremo? Dipende. Certo, dovesse nevicare ripetutamente, magari per giorni, a quote pianeggianti o magari sulle coste allora sì che si potrebbe parlare di meteo estremo.

Scatta l’allerta meteo fino ad Arancione in Calabria: ecco i dettagli

Attese le prime nevicate a bassa quota in Europa: ecco dove

Imminente maltempo: dai temporali alla neve a bassa quota

Dovesse nevicare al Sud e nelle Isole, in luoghi dove la neve è inusuale (non in montagna, sia chiaro), allora si potrebbero affrontare discorsi sull’estremizzazione meteo climatica, sui cambiamenti climatici, sul riscaldamento globale.

Quel che è certo è che rispetto al passato l’impianto circolatorio emisferico sta subendo un vero e proprio reset. Stiamo tornando a osservare movimenti tipici di decenni addietro, quando gli inverni erano davvero memorabili. Non ce la sentiamo di dirvi che avremo un nuovo 2012, un nuovo 1985 o un nuovo 1956. Ogni anno fa storia a sé, quelle menzionate furono annate particolari, durante le quali accaddero così tante cose che limitarsi a un singolo articolo sarebbe riduttivo.

Quest’anno abbiamo tutte le carte in regola affinché possa realizzarsi un evento coi fiocchi, un evento old style per intenderci. Però non scordiamoci che siamo in Italia, che siamo circondati dal Mediterraneo, che abbiamo le Alpi e che complessivamente abbiamo un’orografia talmente complessa che per poter affrontare certe situazioni debbono incastrarsi tutta una serie di tasselli.

Per intenderci, anche qualora il Vortice Polare dovesse collassare non è mica detto che gli effetti dirompenti del gelo si riverberino sulle nostre regioni. Potrebbe succedere sì, ma potrebbe non accadere. Calma e sangue freddo, la strada di un Inverno probabilmente coi fiocchi è ancora lunga.

Fonte: Meteo Giornale