Da Wannenes “Amore e fedeltà” acquisisce valore

Il gruppo del 1864 di uno scultore toscano è il pezzo comprato al prezzo più alto dell'asta

0
191
Wannenes
Il gruppo di Odoardo Fantacchiotti (immagine dalla pagina Facebook di Wannenes)

Odoardo Fantacchiotti supera i 137mila € all’asta. Da Wannenes “Amore e fedeltà”, scultura in marmo di Carrara, fa toccare all’artista del 19° secolo il record mondiale.

Da Wannenes “Amore e fedeltà” era in vendita insieme a lotti d’antiquariato?

All’incanto c’erano arredi, ceramiche, sculture, manufatti e dipinti antichi dal Cinquecento al Novecento. Le opere del passato attirano ancora l’attenzione degli appassionati d’arte, in particolare l’ebanisteria e gli oggetti di pregio. Infatti, un cassettone veneto a ribalta in legno di radica di noce ha raggiunto i 35.100 € (lotto 719). Incassano 23.850 € due consoles in bronzo e marmi demi-lune e la coppia di flambeaux a sette luci. Al termine della compravendita la casa d’asta ha registrato entrate per 2.907.633 € e un venduto del 74%.

Le migliori offerte dell’evento

Un tavolo in legno con decorazione a scacchiera realizzata con 160 formelle di diaspri e marmi di Sicilia ha chiuso l’asta a 47.600 €. L’arredo dell’ultimo quarto del Settecento (lotto 87) ha gambe a sciabola, tiretto e sottopiano con rivestimento in carta. La boiserie ha quasi raddoppiato la stima che era di 20-30mila €.


Col ritratto “Marie-Thérèse” Picasso balza a 20 milioni $


Dipinti antichi con incassi interessanti

Un’opera ambita è “Ritratto di dama”, dipinto del 16° secolo, probabilmente di Scipione Pulzone o Rodrigo de Villandrando. L’acquirente ha sborsato 118.850 € per portalo a casa. Pioggia di offerte anche per il quadro di Peter Brueghel il Giovane “L’avvocato del villaggio” col martello fermato a 27.600 € . “Veduta delle rovine di Karnack da sud” di Johann Jocob Frey tocca i 23.850 €, come il “Ritratto di Alfonso d’Este”. Da segnalare per la cifra raggiunta anche “La via Appia antica al tramonto” di Antoine Claude Ponthus-Cinier (42mila €). Poi c’è una rappresentazione della catena dei monti Lepini battuta a 37.600 euro. Luigi Nono e il suo “Ritorno dalla messa” è arrivato a 23.850 €. L’asta “Dipinti antichi e del XIX secolo” ha incrementato il fatturato del 34.8% rispetto al 2020.

Marmi e ceramiche

Paolo Andrea Triscornia trova l’apprezzamento dei compratori con due busti in marmo della famiglia Demidoff. Insieme il lotto è andato a 22.075 €, mentre le statue di Elena e Paride in stile canoviano a 37.700. Le ceramiche create per la corte di Napoli dalla Manifattura reale ferdinandea sono degli oggetti da collezione. La “Veduta di Napoli e il Vesuvio dal Ponte della Maddalena” vale 6.975 € e il piatto coperto con presa a pigna e cammei 3.850.

Da Wannenes “Amore e fedeltà” di Odoardo Fantacchiotti

Lo scultore che si forma all’Accademia di belle arti di Firenze ha realizzato soprattutto opere commemorative. I suoi busti e monumenti inizialmente hanno un carattere purista, poi tendono al classicismo delle forme. Nei suoi lavori si intuisce l’intento di rappresentare valori morali attraverso la bellezza e la grazia. Per il portico degli Uffizi crea le statue di Boccaccio e Sallustio Bandini, mentre nel 1868 raffigura Margherita di Savoia. Il gruppo di “Amore e Fedeltà”, quotato tra 10 e 15mila € e venduto a 137.600, reca un’iscrizione incisa sulla base. Il testo dice: “La A.S.A.R. Il Principe Eugenio di Savoia Carignano, Odoardo Fantacchiotti scolpiva in Firenze, l’anno 1864”. L’artista presenta l’opera e “Ganimede rapito dall’aquila di Giove” alle Esposizioni nel capoluogo toscano, Londra e Parigi.

Commenti