Cyber: la futuristica collezione Gaultier del 1995

Nel 1995 Jean-Paul Gaultier, che il 24 aprile ha compiuto 69 anni, sorprese tutti con Cyber, la sfilata futuristica che anticipava l'avvento della tecnologia nella vita dell'uomo.

0
388
Gaultier sfilata Cyber 1995
Cyber: l'avveniristica sfilata Gaultier del 1995.

Il 24 aprile il mondo della moda ha festeggiato il 69° compleanno di Jean-Paul Gaultier. Per l’occasione, molti siti e portali hanno voluto rendere omaggio allo stilista francese ricordando alcune delle sue storiche e spettacolari sfilate. Collater.al, ad esempio, si è soffermato su Cyber, l’avveniristica collezione Autunno-Inverno del 1995.

Fu un evento a dir poco sorprendente per l’epoca, poiché mise in risalto il connubio tecnologia-moda che, in quel periodo, non era particolarmente in voga. Gaultier dunque anticipò quanto sarebbe accaduto successivamente, con l’avvento di internet e dei dispositivi tecnologici legati non solo al fashion ma ai vari aspetti della quotidianità.

Gli abiti-simbolo di Cyber furono indubbiamente i body stampati con dei puntini e disegnati tramite computer, arricchiti da sfumature di colore che si sposavano in maniera sublime con il corpo femminile. Per questa sfilata, lo stilista transalpino trasse la sua ispirazione da Il padrino francese della Op Art, noto lavoro di Victor Vasarely.

Cyber: la “rivoluzione tecnologica” di Gaultier

Jean-Paul Gaultier, quando ideò la sua Cyber, prese come punto di riferimento il cinema. Non a caso, molti addetti ai lavori paragonarono la collezione Autunno-Inverno del 1995 a Mad Max. Lo stilista però ribattè che, in realtà, sarebbe stato meglio parlare di Mad Maxette, in riferimento alla trilogia di George Miller che, dopo aver debuttato nel 1979, è terminata nel 2015 con Mad Max: Fury Road.

Con la sua collezione del 1995, Gaultier volle portare in passerella una donna sicura di sé, coraggiosa e “molto in controllo della sua vita”. Dunque si trattò di un evento nel quale fu messa in risalto la femminilità, e non a caso tra le protagoniste vi furono due modelle in dolce attesa, ovvero Claudia Huidobro ed Estelle Lefébure.

La location di Cyber fu un ambiente industriale buio e piuttosto ampio. Lo spettacolo si aprì con una grossa nuvola di fumo che si stagliò lungo la passerella fino all’ingresso di una moto. Il modello che guidava il veicolo si arrampicò subito dopo lungo le impalcature che formavano la sceneggiatura. Successivamente fu il turno di Carmen Dell’Orefice che stupì il pubblico mostrando un falco legato al polso. Le altre modelle invece indossarono dei capi in nylon imbottiti, con dei phon che servivano per rendere più ampi i copricapi.

So Scandal! celebra i 50 anni di Gaultier nella moda

Con questa sfilata, Gaultier mise insieme il passato e il futuro, guardando soprattutto a ciò che sarebbe potuto accadere con lo sviluppo della tecnologia, senza però dimenticare il legame con i simboli e i valori degli anni precedenti.