Cuoio capelluto secco: alcuni rimedi utili

I disagi della pelle secca che danneggia i capelli si possono superare con una serie di rimedi: dallo shampoo specifico alla maschera fatta in casa.

0
161
Trattamenti cuoio capelluto secco
Alcuni rimedi per cuoio capelluto secco.

Avere il cuoio capelluto secco può comportare dei disagi come una sensazione di prurito o qualche screpolatura. Questa, infatti, è una problematica che alla lunga può risultare piuttosto fastidiosa e poco salutare per la pelle e i capelli. Per questo motivo è importante ricorrere a dei trattamenti per riequilibrare una pelle troppo secca. Vediamo quali sono alcuni rimedi che possono aiutare a migliorare la situazione.

Usare uno shampoo adatto al cuoio capelluto secco

Quando laviamo i capelli, non ricorriamo ad un prodotto qualsiasi. Scegliamo piuttosto uno shampoo specifico e adatto ad un cuoio capelluto secco. In questo modo potremo ammorbidire e donare idratazione alla cute. In commercio ci sono tante soluzioni in grado di detergere in profondità, idratare e donare maggiore resistenza alla chioma.

Capelli lucidi e morbidi: cosa fare per averli sempre così

Siero nutriente durante il lavaggio dei capelli

Un trattamento utile per evitare che il cuoio capelluto secco possa fare dei danni, è il ricorso ad un siero durante il lavaggio. Di solito va applicato subito dopo lo shampoo. Questo tipo di prodotto permette di ridurre la ruvidità della pelle, idratandola e nutrendola dopo la doccia.

Maschera fai-da-te per cuoio capelluto secco

Una maschera fatta in casa può rappresentare un’altra soluzione ideale per nutrire e idratare la pelle secca. Possiamo applicarla mentre aspettiamo che il balsamo o il siero facciano effetto. Ad esempio, possiamo mescolare una parte di olio di ricino, una di olio di cocco e poi una piccola quantità di miele per dare la giusta consistenza alla maschera. Massaggiamo sul cuoio capelluto secco fino a quando si sarà assorbita, per poi risciacquare con acqua corrente. In alternativa c’è anche la maschera per capelli alla banana. Ricordiamo, infatti, che questo frutto è ricco di vitamine che aiutano il nutrimento del cuoio capelluto.

Consultare un dermatologo

Se ci rendiamo conto che ogni rimedio risulta inefficace, allora vuol dire che abbiamo un problema più serio. In questo caso è bene consultare un dermatologo. Lo specialista infatti ci sottopone ad alcuni test per risalire alla radice del fastidio. A questo punto, il medico consiglia quali sono i trattamenti specifici per la nostra pelle secca, affinché possa tonrare alla normalità. Ricordiamo che la secchezza dei capelli è diversa dalla forfora. Quest’ultima è un’infezione che può provocare prurito e la comparsa di squame sul cuoio capelluto. Invece i capelli secchi soffrono di una perdita di idratazione, facendoli apparire sfibrati e opachi.