Culture recovery fund: tra i beneficiari il Globe Theatre di Londra

0
173

La pandemia da Covid-19 non risparmia nessuno. Oltre alle attività commerciali e di ristoro, i settori turistico e culturale sono di certo i più colpiti. Le chiusure hanno lasciato senza visitatori i meravigliosi luoghi di interesse storico-artistico che ogni anno si lasciano ammirare dagli sguardi stupito di milioni di visitatori. Molti siti hanno dovuto richiedere aiuti economici ai propri governanti. Il governo inglese ha stanziato 75 milioni di sterline per il Culture recovery fund a tutela delle maggiori organizzazioni culturali e delle più iconiche sedi di interesse artistico inglesi.

Che cosa prevede il Culture recovery fund?

Il segretario alla cultura inglese Oliver Dowden ha annunciato lo stanziamento di ingenti somme di denaro per aiutare 35 dei più importanti siti culturali del Paese.

” Oggi salviamo le icone della cultura britannica con sovvenzioni fino a 3 milioni di sterline. I siti e le organizzazioni a tutela del patrimonio artistico sono parti insostituibili del nostro retaggio e rendono il nostro Paese la superpotenza culturale che siamo. Tale fondo assicurerà il loro futuro e proteggerà i lavoratori impiegati nel settore.”

Le parole di Dowden vogliono dare speranza a tutti coloro che della tutela dell’arte hanno fatto la propria missione di vita e soprattutto, mira a conservare la gloriosa storia del suo Paese.

Tutte e quattro le nazioni appartenenti al Regno Unito potranno beneficiare del Culture recovery fund di 1.57 bilioni di sterline. Tali sovvenzioni andranno ad aumentare il supporto già disponibile per la protezione delle arti.

Il Globe Theatre riceverà gli aiuti

Il celeberrimo teatro shakespeariano non è stato risparmiato dalla crisi globale dovuta alla pandemia. Il Covid-19 ha messo in ginocchio una delle istituzioni più longeve del Regno Unito. Costruito nel 1599 dalla compagnia teatrale Lord Chamberlain’s men in cui militava William Shakespeare, il teatro è una delle mete più amate dai turisti che ogni anno affollano Londra. Dalla caratteristica forma ottagonale, è interamente costruito in legno. Il Globe Theatre presenta alcune particolarità tra cui l’ampia apertura centrale da cui entrava la luce.

Ovviamente non si tratta del teatro originariamente ideato da Shakespeare e dalla sua compagnia, bensì di una sua ricostruzione che però risulta ancora oggi estremamente suggestiva. La stagione teatrale del Globe è ancora oggi molto intensa ed è molto apprezzata da tutti coloro che vogliono vivere l’esperienza di poter fruire di una rappresentazione esattamente come nel XVI secolo. Vedere un’opera shakespeariana al Globe è davvero qualcosa di unico.

Sopravvissuto a diversi incendi e chiusure nel corso della sua lunga vita, il Globe Theatre viene messo nuovamente alla prova. Il Globe era già a rischio chiusura definitiva a maggio, in seguito al lockdown proclamato dal governo per scongiurare l’aumento dei contagi da Covid. Il Teatro riceverà gli aiuti prospettati dal Culture recovery fund al fine di preservare il suo antico splendore.

Commenti