Missione compiuta, la Juventus di Allegri approda agli ottavi di Champions League non giocando al meglio, ma sfruttando alla perfezione le occasioni create.
Sull’altro campo si giocava Barcellona-Sporting Lisbona, 2-0 per i padroni di casa, stesso risultato. Il Barcellona già qualificato nei turni precedenti, fa vedere tutta la sua determinazione a non lasciare niente al caso, vincendo anche le partite minori.

OLYMPIAKOS-JUVENTUS 0-2

La Juve passa in vantaggio già al secondo tiro in porta. La prima occasione era stata creata da Dybala con una provvidenziale deviazione del portiere sul finale.
Il gol dello 0-1 lo firma Cuadrado, lancio profondo di Matuidi per Alex Sandro, corsa sulla fascia del brasiliano per Cuadrado che solo, a pochi passi dalla porta non può sbagliare, facendo impazzire i tifosi bianconeri in Grecia.

Per la Vecchia Signora si mette tutto in discesa, almeno dalla parte del risultato, ma sul piano del gioco così non sembra. Dopo il vantaggio l’Olympiakos vorrebbe trovare il pareggio e ci va veramente vicino su calcio d’angolo, colpo di testa di Djurdejevic che costringe Szczesny ad una super parata di piede.

Nel secondo tempo, i bianconeri non riescono ancora a dare quell’iniziativa in più al loro gioco; per questo l’Olympiakos costringe gli avversari a rinchiudersi nella propria area di rigore. Proprio quello che Allegri voleva evitare.

Il brivido più grande per i bianconeri arriva poco prima il gol dello 0-2. Azione rocambolesca, serve la traversa colpita da Ben Nabouhane per non far entrare la palla.
Nel finale però l’ingresso di Bernardeschi cambia le carte in tavola. Buona spinta e determinazione. È proprio sua la rete del doppio vantaggio, bel sinistro a giro dopo azione personale.
Triplice fischio, Juve qualificata e finalmente Allegri potrà concentrarsi di più al campionato.

BARCELLONA-SPORTING LISBONA 2-0

Con la qualificazione archiviata e il primo posto del girone già garantito, Valverde ha approfittato dell’occasione per fare turn-over in vista dei due prossimi impegni di campionato contro Villarreal e Real Madrid. Al contrario invece i portoghesi che per quest’ultima partita scendono in campo con una formazione molto offensiva che a nulla serve per raggiungere la vittoria e sapendo anche del risultato della Juventus.

Nel primo tempo partita un po’ sottotono, poche occasioni create per entrambe le squadre. Per il Barcellona si contano i tiri nello specchio di Suarez, mentre per lo Sporting si registra solo un tiro sul finale dei primi 45 minuti. I blaugrana mettono sotto scacco i portoghesi con il possesso palla.

Nella ripresa le cose vanno meglio per lo Sporting, subito due occasioni create, anche grazie all’ingresso in campo di Martins. Molto bravo Cillessen in entrambe le occasioni. Ma il Barcellona non concede altro, anzi va alla ricerca del gol. Non deve aspettare tanto. Lampo di Alcacer che porta in vantaggio la squadra di casa. Sul finale di partita, chiude i conti la goffa autorete dell’ex Mathieu che fissa il risultato sul 2-0.

Condividi e seguici nei social
error

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here