Nel caldo pomeriggio di fine aprile , anche gli animi dell’intero Scida sembrano essere all’estremo della temperatura. Calore, tanto calore per la squadra di Zenga che, mettendo a sedere il Sassuolo, guadagna punti fondamentali per la corsa salvezza.

Risulta evidente , sin dal primo minuto, la netta maggioranza dei calabresi sul campo di gioco. Velocità e aggressività fanno da maestri in tutto l’arco della gara. E infatti, al ‘3 , il Crotone passa già in vantaggio con uno strabiliante Marcello Trotta che piazzando la palla sul secondo palo, rende Consigli completamente impotente. Dopo esattamente 10 minuti è il gigante Simy a buttare dentro porta la sfera del raddoppio, dopo l’errata uscita del portiere emiliano. È 2-0 e i rossoblù iniziano a prendere campo e fiducia. All’esatta mezz’ora, il reparto offensivo pitagorico appare ben posizionato e , quando Nalini serve il sempre presente Trotta, il Crotone passa sul 3-0 che chiude , quasi, la partita. Gli ospiti, invece, del tutto in bambola, usufruiscono, a fine primo tempo, di un calcio di rigore causato dal fallo di Nalini ai danni di Politano. Dagli undici metri parte Berardi che firma il 2-1. 



LMT- Scommesse_Bonus_120_Mobile_468x60.gif
Nella ripresa ,il Sassuolo, entra in campo con un altro modulo e con molta più consapevolezza di quelle che sono le qualità di squadra. Ma i crotonesi non si lasciano intimorire dal pressing avversario e nei minuti finali,  il nigeriano Simy, ancora lui, seppur calciando un tiro sporco , riesce comunque a superare il portiere neroverde e mette, così, il sigillo al match. 

Termina 4-1, con i calabresi che salgono a quota 34 punti e Zenga che inizia ad assaporare il gusto della, quasi, salvezza.

Condividi e seguici nei social

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here