Crollo di una palazzina: Paura a San Benedetto

Paura nella città di San Benedetto per il crollo di una palazzina

0
345
Crollo di una palazzina: Paura a San Benedetto
Crollo di una palazzina: Paura a San Benedetto

Paura nella città di San Benedetto per il crollo di una palazzina. L’edificio in costruzione non ha retto mentre alcuni operai stavano eseguendo la gettata sul solaio. L’incidente è avvenuto nel primo pomeriggio intorno alle 15,30, nella zona del cantiere che si trova in via della Liberazione. tanta paura per crollo di una palazzina!

Crollo di una palazzina: un operaio molto grave

Immediatamente sul posto sono arrivati i soccorsi insieme alle forze dell’ordine e ai i vigili del fuoco. Grazie alla tempestività dell’intervento, hanno estratto entrambi gli operai da sotto le macerie ancora in vita. Uno dei due in condizione molto gravi. Dopo la rianimazione dei sanitari del 118 è stato trasferito con eliambulanza all’ospedale di Torrette. L’altro è stato trasportato all’ospedale Madonna del Soccorso di San Benedetto. E’ in corso la messa in sicurezza dell’edificio.

Crollo di una palazzina: le vittime degli incidenti sul lavoro

Proprio ieri si è celebrata la 70esima giornata nazionale per le vittime degli incidenti sul lavoro. “Una ferita sociale che lacera il Paese”, dichiara il presidente della Repubblica Sergio Mattarella. Secondo i dati dell’Inail, nei primi mesi del 2020 le denunce per infortunio mortale sono state circa 800 mila.

Conte: “Nel 2020 subire un infortunio invalidante non può essere più considerato accettabile”

“Il tema della sicurezza sul lavoro è infatti uno dei pilastri sui cui si deve reggere una società, che si definisce progredita, civile e moderna. Nel 2020 subire un infortunio invalidante o peggio ancora, perdere la vita mentre si sta svolgendo il proprio lavoro, non può essere più considerato accettabile”. Furlan ha anche annunciato di voler usare le risorse europee del Next Generation Eu. “Per un grande piano di sicurezza nei posti di lavoro. Per rafforzare i controlli, assumere e formare più personale qualificato. L’obiettivo sarebbe quello di costruire una cultura della prevenzione, potenziando il ruolo e i risarcimenti dell’Inail“.

Commenti