Crisi mistica: cos’è e come si manifesta

0
12163
crisi mistica

Per crisi mistica si intende comunemente quel particolare periodo nella vita di un uomo in cui si verificano dei cambiamenti nella sua spiritualità. La crisi mistica tende alla perdita o alla revisione della fede religiosa. Tale crisi è spesso causata da particolari eventi sconvolgenti o rivelatori nella vita dell’uomo. Può finire con un abbandono più o meno netto delle idee o del sistema di credenze precedente. Si parla di una condizione che molto spesso rende reale qualcosa che prima non era mai stato preso in considerazione. La storia ci insegna che molti santi hanno avuto crisi mistiche in considerazione di fatti. Crisi che hanno portato alla loro conversione.

Quando può diventare una patologia?

Abbiamo letto come una crisi mistica può portare solamente ad avere dei dubbi o confermare la propria fede religiosa. Il fattore determinante per riconoscerla è l’effetto negativo provocato nella persona. Qualcuno potrebbe avere una fede che risulti assurda agli altri. Ma anche così, non potrebbe essere etichettato come delirio se non provoca angoscia e disadattamento.

La crisi mistica può anche indicare una crisi isterica, euforia o depressione, un interessamento morboso per la religione o dubbio di fede. Quando si manifesta il delirio mistico, la persona viene condotta verso uno stato di profonda preoccupazione e ansia. Colui che soffre inizia a orientare la propria vita verso la fede, che è anomala o lontana dalla canonicità. A conferma di questo è comune che chi ne soffre si senta eletto a compiere una determinata missione, affidata dalla divinità. Poiché è estremamente difficile limitare una credenza religiosa, il delirio mistico a volte non è facile da individuare. Inoltre il limite tra religione e delirio non è facile da stabilire. Quello che per alcuni fa parte della fede, per altri potrebbe essere considerato completamente irrazionale.

Sintomi della crisi mistica

Chi soffre di questa patologia smette di studiare, di lavorare e di condurre una vita che possa essere considerata ‘normale’. Accade di frequente che i suoi ragionamenti siano basati su allucinazioni o percezioni alterate della realtà. Frequente anche gli episodi di dialogo a voce alta con Dio e con persone immaginarie.

In termini generali, si manifesta di frequente in una persona che ha patito molto dolore. Non riuscendo a gestire tale sofferenza trova un modo per ricomporre la ferita interiore. Quindi anche se sembra paradossale, la crisi mistica incarna il tentativo di riprendere contatto con la realtà.

Cure

In generale, i malati si oppongono al trattamento poiché giudicano gli interventi esterni come una intromissione nei piani divini. Per questo, di frequente, si richiede un trattamento lungo e, quasi sempre, dai risultati lenti.

La psichiatria e i farmaci possono aiutare a moderare alcuni effetti. Come l’ansia e le allucinazioni, quando presenti. Ma al di là di questo, il loro campo di azione è limitato.

La psicoterapia, invece, favorisce una introspezione che migliora l’adattamento della persona e un’organizzazione più razionale della fede.

Più che farle abbandonare la propria fede, si tratta di aiutare la persona a condurre una vita meno angosciosa e più equilibrata. Sempre che sia possibile riuscirci. Inoltre il lockdown per la pandemia ha turbato il già delicato equilibrio in persone sofferenti di tale patologia.

Commenti