“Covoni di grano”: Van Gogh sfiora i 36 milioni

Altro record per l'artista olandese. L'acquerello del 1888 ha incrementato il proprio valore

0
341
la morte di Vincent Van Gogh

“Covoni di grano” è l’acquerello più costo di Vincent Van Gogh. Un’opera all’asta ieri da Christie’s insieme ad altri lavori di Monet e Cézanne. I dipinti facevano parte della collezione del magnate petrolifero americano Edwin L. Cox, morto nel 2020.


“Homme à la pipe”: Picasso e i moschettieri di Dumas


Qual è la cifra pagata per “Covoni di grano”?

Van Gogh ha realizzato il dipinto su carta a Arles nel 1888; l’ultima esposizione pubblica risale al 1905. L’opera, confiscata dai nazisti durante l’occupazione in Francia, ha stabilito la cifra record di 35.855.000 $. La quotazione era tra 20 e 30 milioni $. Non si tratta comunque del lotto venduto al prezzo più alto della serata. Infatti, un acquirente anonimo si è aggiudicato “Cabanes de bois parmi les oliviers” per 71.350.000 $. Il banditore ha battuto il martello dopo una serie di rilanci tra 11 offerenti. Anche “Jeune homme au bleuet”, del giugno 1890, poco prima della morte dell’artista, ha raggiunto i 46,7 milioni.

La collezione di Edwin Lochridge Cox

L’appassionato d’arte ha riunito un gruppo di lavori impressionisti che illustrano il movimento pittorico. L’imprenditore texano ha investito nel campo della produzione energetica e è ricordato per l’attività benefica a favore di alcune Istituzioni. La raccolta comprende 25 dipinti di Van Gogh, Paul Cèzanne e Gustave Caillebotte e altri artisti ottocenteschi. Dopo l’asta al Rockfeller center la collezione ha incrementato il proprio valore, passando da 200 milioni $ a 332.031.500 $.

“Covoni di grano”

Vincent consegna il dipinto al fratello Theo e, dopo alcuni passaggi, un mercante d’arte tedesco lo vende a Alexandrine de Rotschild. La componente della famiglia ebrea lo acquista nel 1938 e l’anno dopo si rifugia in Svizzera per lo scoppio della guerra. Edwin Cox compra l’acquerello “Meules de blé” nel 1979. L’opera è interessante per il soggetto, i covoni di grano, che l’artista ha sviluppato in più di un quadro. I colori e le linee trasmettono le sensazioni di una giornata estiva.