Cos’è Plandemic, la nuova teoria del complotto sull’epidemia

0
599
Plandemic
Plandemic

Il Coronavirus si è da subito presentato come un terreno fertile per le teorie del complotto. Tante quelle che sono state formulate, una dopo l’altra hanno cercato di dare una spiegazione tutt’altro che plausibile al virus. Forse perché in un tempo senza speranze, è più facile aggrapparsi a qualcosa di assolutamente più grande e assurdo della realtà, qualcosa come Plandemic.

Cos’è Plandemic

Si chiama Plandemic ed è la nuova teoria che mette insieme una serie di altri complotti sul virus in un disegno più ampio. La nuova teoria, diventata virale grazie a un video postato online e all’omonimo bestseller in vendita su Amazon, propone la versione più interessante sulla diffusione dell’epidemia: i ricchi del mondo che hanno diffuso il Coronavirus per aumentare i tassi di vaccinazione.

Tra le varie teorie formulate, senza alcun supporto scientifico, l’ipotesti che il numero reale di decessi sia minore del dato ufficiale. O, ancora, che indossare le mascherine sia dannoso e, che chiudere le spiagge sia un errore poiché nell’acqua sono presenti dei microbi guaritori

L’autrice del video è Judy Mikovits, una biochimica. Peccato che sulla sua scienza non si possa facilmente riporre affidamento. Nel 2009, infatti, è finita al centro di uno scandalo per uno studio che collegava la sindrome da fatica cronica a un retrovirus venuto dai gatti. Teoria poi fermamente smentita e che ha spedito la biochimica in disgrazia.

Perché è così facile credere alle teorie del complotto

Il professore Swami ha spiegato che sentimenti di paura e la mancanza di certezze fanno sì che le persone credano a tali teorie. “In genere, si tratta di persone che si sentono impotenti, persone che sentono di non avere alcun controllo su ciò che accade intorno a loro. Sono stati condotti un paio di studi che hanno dimostrato che è possibile mappare la diffusione delle teorie del complotto sul coronavirus, e si stanno diffondendo molto più rapidamente del virus stesso”.

Sarebbe quindi l’incertezza alimentata da un futuro poco saldamente ancorato ai progetti che ci eravamo prefissati, a scardinare dentro di noi ogni tipo di lucidità mentale.

Quante persone credono a Plandemic e alle altre teorie

Sono 28 gli Stati del mondo interrogati da Gallup International“Credi che una potenza straniera o un’altra forza abbia volutamente diffuso il coronavirus?”: questa la domanda che ha portato a galla dei dati impressionanti.

Al primo posto della classifica si è posizionata la Bulgaria, dove il 50% delle persone crede all’origine artificiale del virus. In Francia la teoria è sostenuta dal 30% dei cittadini. L’Italia ha una percentuale del 20% di popolazione che sostiene l’origine del virus da potenze o forze esterne. Comunque, in tutti i Paesi esiste una base di popolazione fedele alla creazione artificiale dell’epidemia.

Commenti