Cos’è la sfida della cacca blu che sta spopolando sui social?

0
325

Questa nuova tendenza dei social media sta aumentando la consapevolezza sulla salute dell’intestino. Ma cos’è la sfida della cacca blu?

La cacca blu: di cosa stiamo parlando?

I social network stanno vedendo un aumento esponenziale di persone che postano foto di muffin di colore blu brillante con l’hashtag #bluepoopchallenge. L’idea è quella di far passare un messaggio sulla salute intestinale. Inizialmente era solo una ricerca su come funzionano il proprio sistema digestivo e il microbioma intestinale e poi si è trasformata in una sfida. Prevede che le persone ingeriscano muffin contenenti grandi quantità di colorante alimentare blu per monitorare il loro “tempo di transito intestinale”.

Cos’è il tempo di transito intestinale?

Sophie Medlin, dietista e specialista intestinale, spiega che il tempo necessario per espellere il cibo dal momento in cui è stato ingerito per la prima volta è noto come tempo di transito intestinale. Facendo uscire le feci con una tinta bluastra, è più facile per le persone identificare il tempo di transito. Medlin spiega che: “Un tempo di transito più lento è associato a batteri intestinali meno favorevoli e un tempo di transito più veloce è associato a un profilo batterico intestinale migliore”. Ma i tempi di transito troppo veloci non sono necessariamente un buon segno. Potrebbe essere un’indicazione di diarrea e quindi un segno di un microbioma intestinale meno sano. La dottoressa Medlin ha detto: “Un tempo di transito intestinale di 14-58 ore è un buon posto per essere, e indica che il tuo intestino sta lavorando come dovrebbe.” È importante notare che i tempi di transito intestinale variano da una persona all’altra e possono essere influenzati da vari fattori. La sfida della cacca blu non dovrebbe essere usata come consiglio medico o per la diagnosi, ma semplicemente un indicatore di dove ti trovi in relazione alla media della popolazione.


Come scegliere degli integratori alimentari naturali


Come migliorare i tuoi batteri intestinali?

Il modo più efficace per migliorare la tua flora intestinale è quello di tenere traccia della tua dieta consumando alimenti che promuovono uno stile di vita più sano. Anche se ogni persona ha una flora intestinale diversa, come regola generale, mangiare grandi quantità di fibre, verdure e cibi probiotici (come yogurt, kimchi e crauti) tende a favorire la fioritura di batteri sani. D’altra parte, si raccomanda di evitare i cibi pesantemente lavorati e di optare per alternative più sane come l’olio extravergine d’oliva rispetto ad altri grassi.