Cosa FAI in Campania: i luoghi incantevoli a Primavera

0
1454
fai campania 2021

Tra il 15 e 16 maggio 2021 in Campania tornano le Giornate FAI di Primavera del Fondo Ambiente Italiano. Per la 29° edizione dell’evento dedicato alle bellezze italiane e alla loro tutela, sono in programma 600 aperture in oltre 300 città in tutta Italia. Il che ci permetterà di riscoprire alcuni tra i siti storici, ambientale e culturali meno noti. Come in Campania. Conosciuta per le antiche rovine e la meravigliosa costiera, la regione ci riserverà delle sorprese inaspettate. Scopriamo insieme le principali iniziative.

Cosa FAI in Campania nel 2021?

Le Giornate FAI di Primavera sono uno degli eventi più attesi ogni anno. E la 29° edizione della manifestazione non fa eccezione. Soprattutto nel 2021, visto che sarà il primo importante evento su scala nazionale. Ogni regione, da Nord a Sud dello Stivale, è pronta ad accogliere i visitatori da tutta Italia, che potranno (ri)scoprire il patrimonio artistico, paesaggistico e culturale che tutto il mondo c’invidia. Il tutto nel pieno rispetto delle norme sanitarie. In Campania, portabandiera nazionale dell’Italian style, ci sarà l’imbarazzo della scelta. Densa di vita, di colori e di profumi, questa splendida regione è nota in tutto il mondo per il suo patrimonio culturale e ambientale, oltre che per la calorosa accoglienza della sua popolazione. Senza contare l’eccezionale ricchezza enogastronomica, che soddisferà anche i palati più sopraffini. Ecco tutte le iniziative pensate per onorarla.


Fai 2021: l’edizione più importante del Fondo Ambiente Italiano


FAI Campania 2021: Castelvetere

Soprattutto per chi non conosce la regione una tappa irrinunciabile è Castelvetere sul Calore, ad Avellino, nel cuore dell’Irpinia. Situato ai piedi del monte Tuoro, nel Parco naturale dei Monti Picentini, è un gioiello storico e paesaggistico che regala una vista mozzafiato sulla valle dell’Ulfita, sul monte Forcuso. Il complesso che degrada a strapiombo sulla valle, è ammantato del fascino del mistero che ancora oggi racchiudono le sue fortificazioni. Il suo centro storico, che si sviluppa su uno sperone roccioso chiamato “Ripa”, risale al tempo delle invasioni barbariche. Se non addirittura all’epoca romana. Si tratta di un pittoresco agglomerato che ha mantenuto quasi inalterate le sue caratteristiche originarie.

L’iniziativa del FAI

Il miglior modo per scoprirlo sarà perdersi in una delle sue stradine di ciottoli. In occasione delle Giornate FAI di Primavera, i visitatori potranno partecipare alla visita guidata organizzata dai volontari che partirà dalla piazza centrale del borgo. Sarà un’occasione unica per conoscere alcune antiche tradizioni, come quella legata al “miracolo della neve”. Mentre la fortezza sarà visitabile sia sabato sia domenica, dalle 10 alle 18:30.


Giornate FAI di primavera: gli appuntamenti nel Lazio


La Campania e la costiera

La prima cosa che viene in mente pensando a questa regione è senza dubbio il mare. Pertanto, sarebbe un delitto non approfittare di un sunbathe ad Amalfi, in provincia di Salerno. Oltre ai famosissimi limoni, impiegati nella preparazione di dolci che parlano direttamente all’anima, tutta la costa è un tripudio di colori e profumi. Per di più, avremmo l’occasione di visitare il Chiostro moresco dell’Hotel Luna e la Chiesa di Sant’Antonio. Quest’ultima sarà visitabile solo domenica dalle 9:30 alle 13:30. Nel pomeriggio, potremmo proseguire il viaggio verso Sorrento e scattare delle foto meravigliose del Golfo di Napoli.


Italia coast to coast: sulle coste della penisola per un viaggio fantastico


FAI Campania 2021: Napoli

Per chi adora le città d’arte (e il caffè), Napule è una tappa che non può mancare. Se vorrete rivivere le atmosfere che hanno ispirato il famoso Pino Daniele, la città offre scorci memorabili e un fitto elenco di attrattive. In particolare, segnaliamo l’apertura del Complesso Monumentale di San Nicola da Tolentino, che sarà visitabile sia sabato che domenica dalle ore 9:30 alle 17:30. Non dimenticate di assaggiare la pizza nei quartieri spagnoli.

A due passi da Sorrento

Merita il viaggio una tappa alla Baia di Ieranto, a Massa Lubrense, Napoli. Si tratta di un’insenatura all’estremità della penisola di Sorrento, baciata dal Sole e cullata dalle onde del mare. Proprio davanti a faraglioni di Capri, la Baia regala un paesaggio naturale di rara bellezza citata persino nell’Odissea di Omero. Per le Giornate Fai di Primavera sono previsti 5 turni di visita nell’arco della giornata (dalle 10 alle 16). La partenza sarà dalla Casa Colonica nell’oliveto che si trova al centro della Baia. Ma attenzione però. Chi è interessato dovrà prenotare entro e non oltre venerdì 14 maggio 2021.


Giramondo: com’è cambiato il modo di viaggiare


Un tuffo nella storia a Caserta e dintorni

Per gli amanti della storia, il Castello di Riardo a Caserta offre un’occasione di visita più unica che rara. Per chi volesse, potrà accedere al complesso sia sabato che domenica, dalle 9:30 alle 17:30. Sempre in provincia di Caserta, ad attendere i visitatori ci saranno il Parco delle Sorgenti Ferrarelle di Riardo e la Torre Medievale a Pietramelara. Da vedere anche gli Scavi Archeologici di Santa Clementina, a Benevento. La Basilica della Madonna delle Grazie, è a poca distanza dal sito.

Parco Archeologico Cellaluro

Il vostro sogno nel cassetto era diventare come Indiana Jones? Allora, il Parco Archeologico naturalistico di Cellaluro, a Benevento, è quello che fa per voi. Infatti, è perfetto per un tuffo nel passato. Ma attenzione. L’attrazione a cielo aperto sarà visitabile solo domenica, dalle 10 alle 15. Quale scusa migliore per approfittare di entrambe le giornate FAI di Primavera in Campania e concedersi un week end di relax?

Un accesso VIP

Irrinunciabile una scappata al Complesso Monumentale Palazzo Filangieri ad Avellino. In occasione delle giornate FAI di Primavera, ai visitatori sarà consentito accedere a luoghi inediti e solitamente inaccessibili, perché parte le palazzo è in restauro. Edificio di notevole interesse storico e artistico, il palazzo baronale offre un esempio dell’architettura e dell’arte dei secoli XVII e XVIII. In effetti, sarà una visita eccezionale sotto ogni aspetto. I visitatori potranno ammirare gli oltre 600 m2 di dipinti sui dipinti e le pareti, con una vasta gamma di tematiche.


Best Diets Ranking 2020: la dieta mediterranea è la più sana del mondo



Quest’anno, il contributo minimo suggerito sarà di 3 euro. Mentre per chi volesse sostenere l’Associazione potrà effettuare l’iscrizione annuale in loco o sul sito del FAI. Conoscete un modo migliore per contribuire alla conservazione di siti culturali che tutto il mondo ci invidia?