Cortona DOC: buona annata, nonostante caldo e siccità.

0
218

Positive le previsioni di annata delle aziende del Consorzio Vini Cortona DOC


È presto per fare previsioni precise, tuttavia sembra che il 2017 sarà un buon anno per i vini della Cortona DOC. Il Consorzio Vini Cortona ha voluto fare un piccolo prospetto. Il risultato registrato da tutte le aziende iscritte al consorzio è il calo della quantità di vino rispetto agli anni scorso. La siccità ha portato l’acqua piovana al minimo storico degli ultimi cinquant’anni. Non ha tuttavia ridotto la prospettiva di un buon vino. Secondo il presidente del Consorzio, Marco Giannoni, la qualità dei vini di Cortona, infatti, sembra non essere intaccata dal meteo avverso.

Un punto di vista tecnico

Il 2017 è stato un anno che ha visto una vegetazione anticipata delle viti, rispetto alla media stagionale. La fioritura è stata molto buona, anche se messa a rischio dalla gelata avvenuta in aprile. La conseguenza della gelata si è vista con i grappoli. Molti sono formati da acini più radi e più piccoli della media. Questo problema riguarda soprattutto il Sangiovese e il Syra.

Il caldo torrido e la siccità di giugno e luglio, in ogni caso, sono state gestite dai vignaioli tramite una diversa gestione del terreno, applicando pratiche atte a mantenerlo umido. Anche una diversa gestione della spalliera ha migliorato la situazione. Le potature sono state meno incisive, senza l’eliminazione completa delle femminelle.

Non è previsto comunque un grande anticipo di vendemmia. Il caldo ha contribuito alla parziale chiusura degli stomi e, quindi, al rallentamento del metabolismo della pianta. L’invaiatura sta comunque riprendendo forza in questi ultimi giorni.

Grazie al caldo, avremo un grado babo (livello di zucchero contenuto nell’uva) più alto di due o tre punti rispetto alla media degli ultimi anni. Ciò porterà il vino ad avere un livello alcoolico più alto.

Vendemmia a Cortona: più impiego.

Sono molti, anche tra giovani e studenti, che in questi giorni lavorano presso le aziende del Cortona DOC.

Il vino di Cortona, infatti, rappresenta uno dei maggiori indotti economici. Dalla creazione del Consorzio, le aziende si sono moltiplicate di anno in anno, richiamando così numerosi investimenti.

La media attuale delle bottiglie di vino prodotte è di circa 700 mila bottiglie all’anno. Il fatturato medio supera i 3 milioni di euro. Gli addetti ai lavori sono oltre 500, senza contare quelli dei settori circostanti, come turismo e artigianato, rifioriti grazie alla produzione di vino.

Il mercato, per ora, è proteso verso l’estero per il 70%. La più grande richiesta del vino di Cortona è in Nord Europa e negli USA, seguita a ruota da Canada, Brasile, Cina e Giappone.

In Italia, le maggiori richieste si hanno in Toscana, Lombardia e Lazio.

Annunci

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here