Coronavirus: positiva la moglie del primo ministro spagnolo

0
323
Coronavirus: positiva la moglie del primo ministro spagnolo

Il governo spagnolo ha dichiarato sabato che la moglie del primo ministro Pedro Sánchez è risultata positiva al Coronavirus.

LEGGI ANCHE: Coronavirus: Trump è negativo al test
Coronavirus: tutti i controlli alle frontiere europee

La moglie del primo ministro è positiva al Coronavirus

Il governo ha affermato che Begoña Gómez e il primo ministro sono in buona salute e seguono le istruzioni delle autorità mediche nella loro residenza nel palazzo La Moncloa di Madrid, sede del governo. Due ministri del Gabinetto di Sánchez, il ministro dell’uguaglianza e il ministro degli affari regionali, si erano già dimostrati positivi all’inizio di questa settimana. Il governo ha detto che entrambi sono in buona salute. Gli altri membri del Gabinetto sono risultati negativi.

Le misure spagnole per combattere il virus

Il governo ha informato i media dell’infezione di Gómez poco dopo che Sánchez ha annunciato una serie di misure per combattere la pandemia durante uno stato di emergenza di due settimane.

I cittadini possono lasciare le proprie case solo per comprare cibo e medicine, andare al lavoro, andare in ospedale e in banca o fare viaggi legati alla cura di giovani e anziani. Tutte le scuole e le università sono state chiuse, insieme a ristoranti, bar, hotel e altre attività commerciali non essenziali.

Prima dell’intervento, Sánchez ha presieduto una riunione del Gabinetto di sette ore alla quale hanno partecipato tutti i ministri, tranne i due che si erano dimostrati positivi.

I contagiati in Spagna

Le autorità sanitarie hanno dichiarato sabato che le infezioni da coronavirus hanno raggiunto 5.753 persone in Spagna, la metà delle quali a Madrid. Ciò rappresenta un aumento nazionale di oltre 1.500 in 24 ore.

“Da adesso entriamo in una nuova fase”, ha detto Sánchez dopo l’incontro del Gabinetto. “Non esiteremo a fare ciò che dobbiamo per sconfiggere il virus. Mettiamo al primo posto la salute”.

Il paese ha avuto 136 morti. La Spagna ha il quinto numero più alto di casi, dietro Cina, Italia, Iran e Corea del Sud.

“Abbiamo dovuto chiudere e rimanere chiusi per 15 giorni”, ha dichiarato la proprietaria del ristorante Rachel Paparardo a Barcellona, ​​che era già soggetta a restrizioni regionali. “Ma questo non è niente. È solo così che più persone non si infettano e possiamo riprenderci.”

Commenti