Coronavirus: Apple riapre i suoi 42 store in Cina

Da oggi, venerdì 13 marzo, riaprono i 42 Apple Store in Cina, anche se con orari ridotti. Mettendo la parola "fine" alla chiusura forzata per l'emergenza coronavirus.

0
784

In Cina il coronavirus sembra rallentare il passo. Alla notizia dei soli 8 nuovi casi, si affianca l’annuncio della riapertura di tutti i suoi Apple store. I 42 punti vendita che il governo cinese aveva fatto chiudere per l’emergenza coronavirus, riaprono le loro porte al pubblico.

La notizia è stata confermata da un portavoce della compagnia a Bloomberg e Reuters.

La graduale riapertura dei punti vendita Apple

Il sito web cinese del produttore di iPhone ha elencato gli orari di apertura di tutti i negozi. Orario che varia dalle 10:00 alle 11:00 ora locale. Precedentemente l’avviso sul sito che non tutti i negozi sarebbero stati riaperti. Col passare dei giorni, i punti vendita sono gradualmente tornati operativi: la scorsa settimana erano 38 quelli aperti al pubblico. Oggi, secondo quanto riportato da un portavoce del colosso di Cupertino, anche gli ultimi 4 hanno ripreso la loro attività.

L’impatto economico

Nonostante la totale riapertura dei suoi punti vendita in Cina, Apple rischia comunque di subire delle ingenti perdite a causa della pandemia di Coronavirus. La temporanea chiusura nei paesi asiatici, secondo quanto dichiarato da Apple, è stato uno dei fattori che ha portato l’azienda a tagliare le stime sui ricavi per il secondo quadrimestre del 2020. La società ha venduto meno di mezzo milione di iPhone in Cina a febbraio, come hanno mostrato i dati del governo lunedì.

Chiusura Apple Store in Italia

Questa settimana anche tutti i 17 Apple Store in Italia sono stati costretti a chiudere le porte al pubblico, per adeguarsi alle misure restrittive dell’ultimo Dpcm.

A seguito delle misure di precauzione sanitaria attualmente in vigore, questo Store rimarrà chiuso fino a data da destinarsi. Visita getsupport.apple.com per ricevere supporto online. Ci scusiamo per il disagio“, è possibile leggere sul sito ufficiale di Apple.

Le dichiarazioni di Tim Cook, numero uno della Apple

In un’intervista concessa a Fox Business, Tim Cook ha citato gli ultimi dati in arrivo dalla Cina, dove il coronavirus si è originato e dove sono presenti i fornitori dell’azienda.

Il CEO della casa di Cupertino si dice convinto del fatto che la Cina abbia finalmente messo il coronavirus sotto controllo. Cita il fatto che il numero di nuovi casi è in diminuzione giorno dopo giorno e si dice ottimista sulle settimane a venire.

Cook ha sottolineato, inoltre, che i fornitori Apple stavano riaprendo le fabbriche tornando a regime, per riprendere la produzione delle componenti di iPhone e degli altri prodotti dell’azienda.