Corea del Nord: ambasciatore russo nega la presenza di una carestia

0
232
Corea del Nord: Kim Jong-un annuncia la “Ardua Marcia

L’ambasciatore russo in Corea del Nord Alexander Matsegora ha dichiarato che nonostante nel paese si respiri e si viva una vita difficile, non è possibile considerare la presenza di una carestia. L’intervento è stato ripreso dall’agenzia di stampa Tass e si ricollega al momento complesso che sta attraversando la Corea del Nord. Il leader nordcoreano Kim Jong-un ha precedentemente affermato che dopo circa dieci anni dalla presa del potere, sta vivendo la peggior situazione in assoluto.

Corea del Nord: cosa ha detto l’ambasciatore russo?

L’ambasciatore russo Matsegora è uno dei pochi diplomatici stranieri presenti a Pyongyang. In questa suo intervento, ripresa dalla Tass, ha voluto affrontare la situazione del paese asiatico senza dimenticare la pesantezza delle sanzioni e delle limitazioni economiche. Kim sta affrontando una delle crisi più negative dovute anche dal blocco dei collegamenti commerciali e dell’approvigionamento dei prodotti. Matzegora ha infatti affermato che le merci importate sono effettivamente scomparse dagli scaffali dei negozi, ma nonostante questo la maggior parte dei prodotti nazionali erano ancora disponibili e i prezzi sono aumentati solo moderatamente.

I diplomatici stranieri sono tipicamente vincolati a dove possono viaggiare per la Corea del Nord, e non era chiaro se i commenti di Matsegora si applicassero ad aree al di fuori della relativamente prospera capitale Pyongyang. Ma la sua dichiarazione fa capire lo stato in cui riversa il paese asiatico.


Kim Jong-un: Nord Corea metterà in ginocchio gli USA

Nord Corea, media avvisano dell’arrivo della “polvere gialla”

Commenti