Copione si ripete: forti temporali su almeno 8 regioni

0
392
Copione si ripete

Il copione si ripete: Stanno scoppiando in queste ore forti temporali su almeno 8 Regioni d’Italia

Il copione si ripete! In queste ore stanno scoppiando nuovi temporali in ben 8 regioni d’Italia. L’alta pressione africana, nonostante in questi giorni stia prendendo sempre più confidenza con il bacino del Mediterraneo e l’Italia, non ha ancora raggiunto l’energia necessaria per garantirci una totale stabilità atmosferica. Ne approfittano subito deboli correnti instabili pronte a proporci l’ennesimo pomeriggio temporalesco su parecchie zone del nostro Paese.

Si tratterà per lo più dei classici temporali di calore, un fenomeno per altro assai diffuso nei periodi estivi quando il forte calore che si accumulerà nei bassi strati già dalle ore centrali del giorno inizierà a contrastare con l’aria instabile e lievemente più fresca che scorre alle quote superiori dell’atmosfera dando così origine ad improvvisi temporali. L’elevata energia in gioco sarà poi alla base di fenomeni anche di forte intensità accompagnati da improvvisi colpi di vento e dal tanto temuto evento della grandine.

Cerchiamo dunque di capire più nel dettaglio come evolverà il meteo fino a sera e soprattutto quali saranno le regioni dove i temporali minacceranno questa apparente quiete atmosferica. Come già anticipato la fascia temporale più a rischio sarà quella del pomeriggio quando sotto stretta osservazione troveremo ben 8 regioni, specialmente le rispettive aree dei i rilievi che per la loro particolare morfologia accumulano il calore in forma più evidente dando così origine a maggiori contrasti.

Verso caldo eccezionale: giugno rovente tra i 40-45°C

Italia spaccata in due: caldo e temporali domenica al Nord

Meteo Europeo e Italia: temporali intensi attivati dal caldo africano

Detto ciò occhi puntati sui rilievi alpini specie del Piemonte, quelli lombardi, del Trentino Alto Adige e del Veneto. Ma l’instabilità atmosferica si innescherà pure su alcuni tratti della dorsale appenninica. Qui le regioni più a rischio saranno l’Emilial’Umbria, le Marche e l’Abruzzo. Nonostante una probabilità assai bassa, non possiamo pure escludere che qualche focolaio temporalesco possa spingersi comunque verso le limitrofe aree pianeggianti, soprattutto sul Piemonte.

Tuttavia, sempre coma da copione, ecco che già dalle primissime ore della sera, la furia degli elementi si andrà rapidamente esaurendo lasciando così spazio ad una nottata all’insegna del meteo nuovamente tranquillo salvo per qualche possibile e veloce rovescio che potrà attraversare molto rapidamente le pianure venete.
Poche invece saranno le variazioni sul resto del Paese dove, fatta eccezione per il passaggio di qualche nube poco minacciosa, l’alta pressione si mostrerà più tenace per tutto il corso della giornata con il suo carico di caldo bel tempo e per la gioia degli amanti del solleone.

Seguirà il medesimo percorso la vigilia del weekend. Ci attende infatti un venerdì 18 piuttosto caldo ma sempre con la solita ingerenza temporalesca pomeridiana a ridosso dei rilievi alpini e su alcuni tratti della dorsale appenninica centro-settentrionale.

Fonte: Periodicodaily Meteo