Controllori aria statunitensi ignorano l’inquinamento

Negli USA il controllo della qualità dell’aria non rivela l’inquinamento, neanche le esplosioni delle raffinerie

0
293
Controllori dell’aria

Secondo un’indagine svolta da Reuters, il monitoraggio dell’inquinamento atmosferico degli USA sarebbe un fallimento. I controllori dell’aria ignorano regolarmente l’inquinamento. Il rapporto evidenzia che non viene rivelato neanche l’inquinamento causato dall’esplosione di una raffineria.

I controllori dell’aria in USA funzionano?

Reuters ha svolto un’indagine sul controllo della qualità dell’aria negli USA. Ha evidenziato che il monitoraggio dell’inquinamento atmosferico in America non funziona, non rileva nemmeno l’inquinamento causato dall’esplosione di una raffineria. Reuters racconta che in Philadelphia un’esplosione ha colpito una raffineria. Tale esplosione è stata così grande che un satellite del National Weather Service ha catturato le immagini della palla di fuoco dallo spazio. Il proprietario della raffineria, Philadelphia Energy Solution, ha successivamente dichiarato ai regolatori che le esplosioni hanno rilasciato quasi 700.000 libbre di sostanze chimiche pericolose, incluso il butano. Inoltre circa 3200 libbre di acido fluoridrico, che possono causare lesioni polmonari fatali ad alte concentrazioni. Tuttavia, secondo i dati della US Environmental Protection Agency (EPA), il punteggio dell’indice federale di qualità dell’aria (AQI) per il sud di Philadelphia ha mostrato quel giorno come uno dei più puliti dell’anno.

Il fallimento del sistema di monitoragio dell’aria

Secondo Reuters l’episodio evidenzia il fallimento del sistema di monitoraggio dell’inquinamento atmosferico degli USA. I dati mostrano che la rete governativa di 3.900 dispositivi di monitoraggio a livello nazionale non ha registrato regolarmente i principali rilasci tossici e i pericoli di inquinamento quotidiani. La rete non ha identificato rischi derivanti da 10 delle più grandi esplosioni di raffinerie negli ultimi dieci anni. Questo anche se migliaia di persone sono state ricoverate in ospedale e le raffinerie hanno segnalato emissioni tossiche ai regolatori.

Reuters ha anche esaminato i dati di 10 progetti di monitoraggio dell’aria. Questi si basano sui dati da parte di residenti preoccupati che le valutazioni della qualità dell’aria del governo non fossero accurate. Questi sforzi hanno spesso rivelato picchi di inquinamento e punti caldi che la rete EPA non ha mai catturato. Secondo i dati dell’agenzia, circa 120 milioni di americani vivono in contee che non hanno affatto monitor di inquinamento EPA.

Monitorare l’aria è importante per la salute pubblica

Le particelle fini – che misurano meno di 2,5 micron – sono molto più piccole di un granello di sabbia. Sono considerate la forma di inquinamento più pericolosa perché penetrano nel flusso sanguigno e causano malattie polmonari e cardiache. Le principali fonti includono le emissioni delle centrali elettriche e dei fumaioli industriali, nonché gli scarichi dei veicoli. I guasti del sistema rappresentano un rischio per la salute pubblica, affermano scienziati indipendenti. I monitor sono alla base dell’indice di qualità dell’aria su cui molti americani, compresi quelli con malattie respiratorie, fanno affidamento per determinare se l’aria esterna è sicura. L’inquinamento rilevato dai monitor guida anche le decisioni normative sull’opportunità di consentire il via a progetti industriali nuovi o ampliati. Se l’inquinamento nell’area è inferiore alle soglie normative, i progetti generalmente vanno avanti.

Gli accademici, insieme agli attuali ed ex regolatori, affermano che i problemi della rete sono molti e vari. I monitor sono posizionati in modo scarsamente e male; il programma è sottofinanziato e la rete non è attrezzata per far fronte alle attuali minacce di inquinamento. 

Il malfunzionamento dei controllori dell’aria ha favorito le politiche di Trump

I dati rilevati dal monitoraggio dell’aria informano e giustificano le decisioni di politica ambientale. Sono stati spesso utilizzati dal presidente Donald Trump per pubblicizzare il suo record ambientale. Il presidente eletto Joe Biden ha dichiarato che intensificherà le azioni penali per inquinamento illegale; spingerà per un divieto mondiale dei sussidi governativi per i combustibili fossili; rafforzerà gli standard di risparmio di carburante per i veicoli; e porrà limiti all’inquinamento da metano da impianti di petrolio e gas.

L’amministrazione Obama aveva riscontrato i problemi

Uno studio condotto nel 2013, durante l’amministrazione del presidente Barack Obama, aveva riscontrato una serie di problemi con la rete di monitoraggio aereo degli USA. Il rapporto proponeva miglioramenti tra cui il potenziamento del monitoraggio vicino alle principali infrastrutture inquinanti, il campionamento per più inquinanti. Inoltre, proponeva l’esecuzione di più studi sul campo urbano per comprendere meglio la variabilità da blocco a blocco nella qualità dell’aria. Ma le debolezze rimangono in gran parte oggi perché né l’amministrazione Obama né l’amministrazione Trump hanno investito di più nella rete di monitoraggio.

Negli ultimi cinque anni, il numero di monitor del governo a livello nazionale è diminuito del 4%. Questo perché e agenzie ambientali statali e locali hanno tagliato la spesa. Le sovvenzioni federali alle agenzie statali e locali per la qualità dell’aria non sono aumentate in 15 anni.


Leggi anche: Inquinamento atmosferico: nei bambini riduce la capacità polmonare ; L’inquinamento dell’aria riduce le nostre vite di 3 anni

Commenti