Consigli per viaggiare sicuri post-epidemia

Alcuni semplici consigli per viaggiare in sicurezza dopo la pandemia

0
592

Si torna a viaggiare, gradualmente riaprono le frontiere e le compagnie aeree tornano a volare. Il turismo post-Covid 19 sta iniziando a muoversi, ma le paure e le perplessità degli aspiranti viaggiatori sono molte. L’emergenza sanitaria non è ancora finita, infatti, e in alcune città italiane ed europee il numero di contagiati continua a destare preoccupazione. Il rispetto della distanza sociale e dei protocolli di sanificazione sono ancora molto importanti per poter viaggiare in modo sicuro. Secondo un recente sondaggio di Travelocity, la principale preoccupazione del 72 per cento dei viaggiatori è legata al viaggiare sicuri, scegliendo compagnie e aziende che seguono scrupolosamente i protocolli anti contagio e di sanificazione.

Tuttavia, viaggiando in aereo può diventare difficile rispettare sempre le distanze sociali. In questo caso è sufficiente adottare qualche accorgimento, basato sul buon senso, per proteggersi da un eventuale rischio di contagio. Ecco alcuni semplici consigli da seguire quando ci si trova in situazioni in cui il rischio di contrarre l’infezione è più alto.

alt="viaggiare"

Chiedi a qualcuno di accompagnarti all’aeroporto

Per evitare di prendere l’auto ma anche i mezzi pubblici, la cosa più semplice da fare è chiedere a un parente, un amico o un conoscente di farsi accompagnare in aeroporto. “L’opzione più sicura per arrivare in aeroporto” spiega Davidson Hamer, specialista in malattie infettive “è avere qualcuno che ci accompagna con la propria auto”. Se si ha bisogno di un passaggio, meglio evitare le auto in condivisione. Se invece si rende necessario prendere un mezzo pubblico, il consiglio degli esperti è di sedersi negli ultimi posti in fondo e di chiedere all’autista di aprire il finestrino oppure di mettere l’aria condizionata in modalità senza ricircolo nel veicolo. Questo accorgimento è ancora più importante qualora nel mezzo ci siano persone che non indossano la mascherina.

Evita di toccare tutto quello che non è necessario

La cosa bella del vivere in un’epoca digitale è che molti aspetti del viaggio possono essere trattati evitando il contatto con altre persone e con oggetti estranei. Dalle operazioni di check-in a quelle di pagamento, oggi tutto può, o quasi, può essere eseguito contactless. Il consiglio degli esperti, quindi, è di evitare ogni tipo di contatto, con persone e oggetti, che non sia strettamente necessario. In particolare è meglio limitare i contatti con superfici che vengono toccate frequentemente, come le biglietterie automatiche, gli scanner con touchscreen, i tornelli, i corrimano, le superfici dei bagni, i bottoni degli ascensori e le panchine. Se toccare queste superfici è davvero indispensabile, meglio usare un gel sanificante non appena possibile o lavarsi accuratamente le mani.

alt="viaggiare"

Scegli accuratamente il tuo posto a sedere

Il consiglio in questo caso è di evitare di sedersi vicino a qualcuno in aereo. Se il posto assegnato al check-in è vicino a qualcuno si può chiedere agli assistenti di volo di farsi spostare in un altro sedile, se possibile. In questo momento, infatti, gli assistenti di volo sono più attenti al rispetto delle distanze sociali e sono anche più inclini a trovare soluzioni per far viaggiare i passeggeri in totale sicurezza. Meglio scegliere i posti sul lato corridoio, solitamente liberi perché in molti pensano che stare dal lato finestrino sia più sicuro. Scegliendo il lato corridoio, quindi, si avranno meno persone sulla nostra fila.

Sanitizza il tuo sedile

Le compagnie aeree si impegnano ad adottare tutte le misure di sanitizzazione necessarie, ma è sempre consigliabile portare con se delle salviettine antibatteriche. Un recente studio scientifico ha infatti rilevato che il coronavirus sopravvive sulle superfici dalle due ore ai nove giorni. Quindi, quando si prende posto sull’aereo è consigliabile applicare la salviettina antibatterica sui braccioli, sullo schienale, sulle cinture di sicurezza e anche sui bottoni d’emergenza. In pratica su tutto quello che si può toccare durante il volo. Le salviettine vanno tenute a portata di mano anche quando si va in bagno o quando capita di toccare inavvertitamente altre persone.

alt="viaggiare"

Non utilizzare i guanti

Per settimane è stata convinzione comune che coprirsi le mani fosse un’utile arma di difesa contro il coronavirus. Le cose che si toccano con i guanti, però, sono le stesse che si toccano a mani nude. Più tempo si indossano i guanti più cresce il rischio che essi vengano contaminati. Ogni volta che si tocca una superficie, quindi, è meglio lavarsi le mani prima ti toccarsi il viso o qualsiasi altra parte del corpo. Sapone e acqua sono sufficienti per mandare via il virus dalle nostre mani. Tuttavia, avere sempre con sé un gel igienizzante a base alcolica non guasta mai per avere una sicurezza in più ovunque ci troviamo.

Indossare la mascherina

Non tutte le compagnie aeree hanno determinato l’obbligatorietà della mascherina, ma il suo utilizzo in viaggio è sicuramente consigliabile. Le ultime ricerche hanno confermato che coprirsi naso e bocca riduce il rischio di trasmettere il virus del 3,1 per cento. Negli spazi chiusi, per quanto ci teniamo alla larga dalle altre persone, continuiamo a respirare parte della loro aria, con il rischio di diffusione del contagio. Gli esperti consigliano di indossare sempre la mascherina in aereo e in aeroporto, togliendosela solo per mangiare e per bere.

alt="viaggiare"

Evitare di mangiare se possibile

Questo consiglio non è sicuramente applicabile per i viaggi di lunga durata, ma nei viaggi più brevi è meglio limitare al minimo le volte in cui si abbassa la mascherina per bere o mangiare. In questi momenti, infatti, il rischio di contrarre il virus cresce molto. Il consiglio, quindi, è quello di usare il senso comune: se si è affamati ovviamente bisogna mangiare, ma altrimenti è meglio evitare snack, bibite e salatini consumati solo per noia. Alcune compagnie aeree, addirittura, hanno ridotto o sospeso l’approvvigionamento di cibi e bevande a bordo per evitare la trasmissione del virus.

Limitare le visite in bagno

Il consiglio che danno gli esperti è quello di evitare il più possibile di andare al bagno durante il volo e negli aeroporti. La toilette, infatti, è uno dei posti più rischiosi in aereo, perché non solo ci si trova in uno spazio ristretto, ma anche perché ci passa molta gente. Se proprio non ne possiamo fare a meno, occorrerà indossare ogni volta la mascherina e venire via subito dopo aver tirato lo sciacquone. Questa azione di routine, infatti, crea una sorta di effetto aerosol che diffonde il virus e i batteri nell’aria.

Commenti