Consegne Tesla in ritardo in Germania: il motivo

Le consegne delle auto Tesla prodotte nella Gigafactory di Berlino stanno procedendo a rilento tra le lamentele dei clienti.

0
220
Germania ritardo consegne Tesla
Le consegne delle Tesla prodotte in Germania sono in ritardo.

Le consegne Tesla delle auto elettriche prodotte nella Gigafactory di Berlino sono in pesante ritardo e il malumore comincia a serpeggiare tra i clienti. Sono in aumento, infatti, le lamentele di coloro i quali hanno già acquistato le vetture dell’azienda statunitense costruite in Germania, ma nonostante ciò non sono ancora giunte a destinazione. Ma qual è il motivo alla base di questo inconveniente?

Germania, ecco perché le consegne Tesla proseguono a rilento

Sembra che i modelli Tesla della Gigafactory di Berlino non siano ancora stati rilasciati per un problema riguardante l’unità di trasmissione elettrica. La società avrebbe già comunicato alla clientela che le consegne Tesla sono state posticipate a tempo indeterminato. In altre parole, ad oggi non vi è una tempistica sulla soluzione del problema, quindi i proprietari non sanno quando riceveranno le auto già comprate.

Elon Musk svela: “I nostri impianti Tesla stanno perdendo miliardi di dollari”

Polemiche sulla Gigafactory di Berlino

Tesla deve procedere con cautela perché il difetto riscontrato su alcune automobili prodotte in Germania è relativo alla sicurezza. Di conseguenza, non basta effettuare un aggiornamento del software, ma è necessario un intervento fisico dei dipendenti dell’azienda californiana per risolvere il tutto. Finora non sono giunte comunicazioni sull’entità del problema che sta alla base del ritardo nelle consegne Tesla “tedesche”. Tutto ciò però lascia intuire che probabilmente c’è qualcosa che non va in qualche sezione dello stabilimento di Grunheide.

Momento difficile per Tesla in Germania

Questo preoccupante imprevisto è giunto dopo le allarmanti dichiarazioni di Elon Musk. L’amministratore delegato di Tesla, infatti, di recente ha definito la Gigafactory di Berlino come una “gigantesca fornace che sta bruciando soldi”. Si tratta di una similitudine forte con la quale l’imprenditore sudafricano ha voluto fare riferimento ai rallentamenti nella catena di approvvigionamento che stanno continuando ad abbattersi sull’industria automobilistica. Tutto ciò non fa altro che dilatare ulteriormente i tempi di produzione. Ed ora c’è anche la questione delle consegne Tesla a rilento da risolvere.