Conflitto in Nagorno-Karabakh, aumentano i morti

0
260

Se prima la regione del Nagorno-Karabakh era solo una zona rischio, ora è diventata una vera e propria fucina di tensione. Da giorni di combatte nel Caucaso per la questione di questa regione inserita tra Azerbaijan e Armenia ma controllata da quest’ultima. Si contano già circa 84 vittime, tra cui alcuni civili, causate dal massiccio utilizzo da parte di entrambi gli eserciti di mezzi pesanti, droni e artiglieria. Un conflitto che non interessa solo alle due storiche rivali, ma che si potrebbe allargare dopo l’intervento della Turchia, alleata degli azeri. Che sia un segnale di voler trasformare la guerriglia regionale in un vero e proprio conflitto internazionale? La regione caucasica è da sempre una bomba ad orolgeria, già nel 2016 c’erano stati tumulti pesanti tra azeri e armeni, ma oggi queste tensioni sembrerebbero essere molto più serie.

Come abbiamo detto è una guerra dal sapore secolare, già nel 1994 per stemperare le baruffe regionali, ci fu la necessità di istituire un organo internazionale, chiamato Gruppo di Minsk (fortemente voluto dalla Russia, ma anche da Francia e Stati Uniti), per cercare di raggiungere un accordi di pace. Cosa ovviamente mai fatta, in quanto la ribellione del Naborno-Karabakh di essere influenzato dagli azeri sta dando vita a rischi incalcolabili.

Il possibile intervento russo

Foreign Minister Zohrab Mnatsakanyan to visit Artsakh – Public Radio of  Armenia
Zohrab Mnatsakanyan, ministro degli esteri della Repubblica di Armenia

Il ministro degli Esteri armeno Zohrab Mnatsakanyan, come riporta Al-Jazeera, ha discusso della crisi al telefono con il capo dell’Organizzazione del Trattato di sicurezza collettiva (CSTO), un blocco militare guidato dalla Russia. Riferendosi all’alleanza militare, l’ufficio del presidente azero Ilham Aliyev ha detto domenica che “l’avventura militare” dell’Armenia mirava a coinvolgere la CSTO nei combattimenti.

Leggi anche:

Caucaso Francesco I prega: si scelga la strada del dialogo

L’Armenia attaccata da Turchia e Azerbaijan

Armenia-Azerbaijan, nuovi scontri armati nel Nagorno Karabakh

Commenti