Conflitto Israele-Hamas: continuano gli scontri

0
235
Conflitto Israele-Hamas

Continua l’escalation degli attacchi tra Israele e Hamas. La giornata è iniziata con una nuova pioggia di razzi. Sono stati lanciati 1.050 razzi e colpi di mortaio dalla Striscia di Gaza contro Israele. Il portavoce militare ha spiegato che l’85% è stato intercettato mentre circa 200 sono esplosi all’interno della Striscia. Hamas si è detto pronto ad affrontare un’intensificazione degli attacchi israeliani, mentre il premier israeliano Benjamin Netanyahu ha detto che Hamas deve prepararsi a pagare un caro prezzo. Come finirà il conflitto Israele-Hamas?

Conflitto Israele-Hamas: cos’è successo?

Le tensioni tra israeliani e palestinesi sono aumentate ulteriormente quando i militanti palestinesi a Gaza hanno lanciato centinaia di razzi contro Israele, che a sua volta ha risposto con attacchi aerei intensi sull’enclave costiera, mentre i disordini di diffondevano in varie città e a Gerusalemme. Mentre entrambi le parti si scambiavano attacchi aerei, il premier israeliano Benjamin Netanyahu si è rivolta alla nazione. Ha affermato: “Siamo nel bel mezzo di un’operazione significativa”. I bombardamenti israeliani in tutta Gaza hanno ucciso almeno 35 persone, tra cui 12 bambini, secondo i funzionari sanitari palestinesi, che hanno anche detto che 220 persone sono state ferite. L’esercito israeliano ha detto di aver ucciso più di 15 militanti.

La giornata è iniziata con una nuova pioggia di razzi verso Israele. La Jihad islamica, il secondo più grande gruppo armato palestinese nella Striscia di Gaza, ha annunciato di aver lanciato 100 razzi in risposta ad attacchi su edifici e civili. Intanto in un nuovo raid delle forze israeliane sono stati uccisi due dirigenti militari di Hamas, mentre altri due erano stati uccisi in un attacco precedente. Sono 1.050 i razzi e colpi di mortaio lanciati dalla Striscia contro Israele: lo ha riferito il portavoce militare spiegando che l’85% è stato intercettato mentre circa 200 sono esplosi all’interno della Striscia. In risposta l’esercito ha compiuto oltre 500 attacchi contro obiettivi terroristici di Hamas e Jihad nella Striscia.

Hamas e Netanyahu si scambiano minacce

Hamas si è detto pronto ad affrontare un’intensificazione degli attacchi israeliani nella Striscia di Gaza. Il leader Ismail Hamiyeh ha affermato: “Se Israele vuole un’escalation, la resistenza è pronta. Se vuole fermarsi siamo pronti anche noi”. Le parole del gruppo palestinese hanno seguito quelle del premier israeliano Benjamin Netanyahu: “Hamas e Jihad islamico hanno pagato e pagheranno un prezzo pesante. La campagna militare andrà avanti”.  

Proclamato stato d’emergenza a Lod

Le autorità israeliane hanno proclamato lo stato d’emergenza nella città di Lod. In un comunicato il premier Netanyahu ha fatto sapere che la misura è stata decisa dopo i disordini, scatenati dalla minoranza araba, che sono costati la vita ad un arabo di cittadinanza israeliana. Si sono verificati anche nuovi disordini sulla Spianta delle Moschee. La televisione israeliana ha riferito che la polizia ha arrestato sette palestinesi dopo il lancio di sassi contro gli agenti.

Conflitto Israele-Hamas: crollato edificio di 13 piani a Gaza

Un edificio di 13 piani a Gaza è crollato dopo essere stato colpito da un attacco aereo israeliano. Le forze di difesa israeliane (IDF) hanno affermato in una dichiarazione che l’edificio conteneva uffici utilizzati da Hamas, compresi gli uffici dell’intelligence della sua ala militare e un’unità di ricerca e sviluppo che lavorava sui razzi. L’IDF ha anche affermato di aver fornito “un preavviso ai civili nell’edificio e di aver fornito loro tempo sufficiente per evacuare il sito”. Nelle prime ore di mercoledì, due edifici sono stati colpiti. I funzionari sanitari di Gaza hanno riferito che si tratta di un edificio residenziale di tre piani in cui tre persone sono morte. E di un edificio di 10 piani che ha subito gravi danni ma non ci sono state vittime. L’edificio più grande, noto come edificio al-Jawahera, ospita società di reti di media e altri uffici.


Leggi anche: Netanyahu: “Israele accrescerà la potenza degli attacchi”

Gerusalemme: notte di bombardamenti ora è guerra

Il conflitto israelo-palestinese si incendia

USA preoccupati per la violenza a Gerusalemme

Commenti