Ha inizio oggi, 18 giugno, la prova di selezione per il concorso Navigator, la figura (quasi mitologica ndr) nata insieme al reddito di cittadinanza e con il compito di affiancare i Centri per l’Impiego nella ricerca e selezione di una posizione lavorativa per coloro che hanno ottenuto il reddito di cittadinanza.

Per essere ammesso alla prova, ogni candidato dovrà presentarsi all’orario indicato con un documento d’identità, preferibilmente lo stesso che è utilizzato per la candidatura e con la copia firmata della domanda di partecipazione insieme al codice identificativo. Come in ogni esame, durante lo svolgimento del test ai candidati sarà vietato parlare tra loro o avere comunicazioni anche per via scritta; vietatissimo – ovviamente – l’utilizzo di appunti, manoscritti, libri o pubblicazioni o di telefoni cellulari, lettori MP3, palmari, tablet, computer portatili o di qualsivoglia strumento elettronico.

Come è strutturata la prova per il concorso Navigator

Chi è il Navigator e quali sono i suoi compiti

“Ci sarà un tutor che lo raggiungerà dovunque egli sia – ha dichiarato il vicepremier – e gli dirà ‘guarda che se prendi il reddito devi fare quello che ti dico’”. Ecco in poche, pochissime parole quale dovrebbe essere l’obiettivo finale del tutor, ovvero fare assumere il suo assistito, in modo tale da garantirgli un futuro lavorativo interrompendo anche l’erogazione del reddito di cittadinanza.

Il navigator dovrà quindi accompagnare la persona a lui affidata ai centri per l’impiego o ai corsi di formazione. Sempre al navigator spetta il compito di raccogliere le (famose, ndr) tre offerte di lavoro.

Un altro dei compiti del navigator sarà quello di stilare una scheda su ciascun beneficiario del sussidio, che servirà al ministero del Lavoro a capire “se l’individuo in questione sta rispettando gli impegni oppure no”, come sottolineato dallo stesso Di Maio.

Leggi anche Reddito di Cittadinanza come ottenerlo

Chi sono i candidati al concorso Navigator alla prova di oggi

Chi sono gli ammessi al concorso? Su 79mila, sono 53.907 i candidati per i 2.980 posti previsti dal progetto. Tutti laureati (e in maggioranza provenienti dalle regioni del Centro e del Sud), i candidati sono stati scelti – come anticipato – su base provinciale.

Anpal ha pubblicato sul suo sito l’elenco degli ammessi alla prova selettiva. A questo link trovate la lista, suddivisa per regione e all’interno anche per provincia.

Condividi e seguici nei social
error

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here