Concorso letterario “Uniti per la legalità”: parte la I edizione

0
352
Concorso Letterario

Concorso letterario interessante ai nastri di partenza. Si tratta della I edizione del Premio “Uniti per la legalità“. Il premio indetto dall’ Associazione Culturale “La rabbia e l’amore” con il patrocinio morale dell’Associazione “Gli ultimi” e Cavalieri S. Silvestro è aperto a tutti gli autori anche stranieri.

Concorso LetterarioI temi del concorso letterario hanno a che fare con le vittime innocenti del terrorismo, delle mafie, dei femminicidi ma anche del bullismo, della pedofilia e del racket. Oggi contiamo troppe vittime innocenti: basti pensare ai giudici Giovanni Falcone e Paolo Borsellino, di cui quest’anno ricorre il venticinquesimo anniversario. Ma ancora è il caso di ricordare la giovanissima Annalisa Durante, che appena quattordicenne morì durante uno scontro a fuoco della camorra in pieno centro a Forcella.

Il concorso vuole commemorare attraverso le arti letterarie tutte le vittime dell’illegalità a 360°, ma vuole altresì lasciare un messaggio di speranza per chi rinasce dopo l’offesa subita. Perché uniti si vince.

Al premio possono partecipare gratuitamente poeti anche con opera in vernacolo purché con traduzione al fianco. Un’apposita sezione è dedicata a partecipanti dai 13 ai 18 anni. Si può partecipare anche portando in concorso un libro edito sui temi illustrati. Il concorso scade il 30 ottobre 2017 e tutte le opere pervenute dopo questa data non saranno prese in considerazione. La cerimonia di premiazione si terrà a Casoria (Napoli) il 20 gennaio 2018 e l’autore premiato dovrà partecipare, pena la decadenza dal premio.

A fine concorso, un’antologia raccoglierà tutti i lavori premiati. Un’ottima opportunità per chi vuole mettersi in gioco con le proprie opere ancora chiuse nel cassetto e che allo stesso tempo vuole dare un contributo facendo sentire la propria voce per la legalità.

Per ricevere ulteriori informazioni sul bando e conoscere le modalità di invio delle opere, basta scrivere una mail all’organizzazione: [email protected]

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here