Concorsi pubblici 2021: si sbloccano 125 mila posti

0
278
Concorsi pubblici 2020: i bandi più attesi del nuovo anno.

Il ministro della pubblica amministrazione Renato Brunetta ha anticipato le prime novità del nuovo decreto Covid, tra cui lo sblocco dei concorsi pubblici.

Nuovi concorsi pubblici in arrivo

Sono previsti circa 60 nuovi concorsi pubblici, di cui si attende la pubblicazione nel 2021. Secondo il monitoraggio di Forum PA, i concorsi previsti garantirebbero circa 125 mila posti da assegnare. 90 mila di questi posti riguardano concorsi già avviati, ma in attesa di disposizioni specifiche, mentre gli altri 36 mila sono in attesa di pubblicazione.

Concorsi per la scuola

Per la scuola sono in arrivo quasi 93 mila posti: 33 mila riguardano la scuola secondaria di primo e secondo grado; 32 mila il concorso straordinario per la scuola; 13 mila per il concorso ordinario per la scuola primaria e dell’infanzia; 6 mila posti saranno probabilmente banditi per il sostegno; altri 9 mila posti si riferiscono agli altri 4 concorsi rimanenti, in attesa di pubblicazione.


Brunetta: assumere più giovani grazie al Recovery Fund


Nuovi bandi per dicasteri ed enti pubblici

Circa 93.000 posti arriveranno dai venti concorsi del Ministero della giustizia. 2700 posti riguardano il concorso per i cancellieri esperti; nei restanti 19 concorsi si indicano 6600 posti, di cui 310 in magistratura. In attesa di pubblicazione ci sarà un concorso del Ministero della salute, che prevede 9600 posti per gli infermieri; 600 per gli assistenti sociali; 57 per i funzionari. Non mancano novità per il mondo dell’Università e della ricerca: 3331 posti da ricercatore, già previsti con il decreto Rilancio; 118 posti previsti per il Consiglio Nazionale delle Ricerche. Si segnalano anche: 105 posti per la Banca d’Italia; 52 posti per la Corte dei Conti; 1052 posti nel Ministero dei beni culturali; 180 posti nell’INPS; 3082 posti per l’Agenzia delle entrate; 180 posti per il MEF; 140 posti per il Ministero delle politiche agricole. A Roma Capitale sono previsti 3 concorsi che valgono in totale 1512 posti.


Patto pubblica amministrazione: la riforma aiuterà l’Italia


Nuove regole per i concorsi pubblici in presenza

Il Comitato Tecnico Scientifico ha stabilito un protocollo, per garantire la modalità in presenza. Ogni candidato si deve sottoporre obbligatoriamente al tampone, il quale deve essere effettuato 48 ore prima della prova. Tra le altre regole: vige l’obbligo di indossare le mascherine Ffp2; ogni candidato dispone di 4,5 metri quadrati, con 2,25 metri di distanza tra ognuno; i concorsi prevedono lo svolgimento su base regionale, per evitare che i candidati si spostino da una regione all’altra. Un’importante novità di questi concorsi riguarda il “fast track”, un nuovo metodo semplificato, che prevede una prova digitale, quindi senza carta e penna, a risposta multipla, che si svolgerà in luoghi istituzionali, come le fiere.

Commenti