Con l’arte novecentesca Luca Beatrice fa lezione

Il critico ha pubblicato il libro "Da che arte stai?", disamina sull'espressività del secolo scorso

0
261
arte novecentesca Luca Beatrice
Il libro del critico d'arte

Con un libro sull’arte novecentesca Luca Beatrice descrive le correnti e i cambiamenti sociali del secolo scorso. Le sue considerazione sulla storia dei movimenti creativi sono disponibili anche sul suo canale Youtube.

Come presenta l’arte novecentesca Luca Beatrice?

“Da che arte stai?” è il titolo del lavoro del critico e curatore e riprende un saggio di dieci anni fa. Il volume non è destinato a un pubblico specifico, ma può interessare studenti e insegnanti, curiosi e appassionati. Il linguaggio è scorrevole e lo stile familiare. L’autore riesce a cogliere i fermenti del XX secolo, catturando il messaggio dei grandi maestri. Il ‘900 è un secolo di movimenti, manifesti, gruppi, rapporto tra conservazione e innovazione. Avanguardia e tradizione si esprimono in tecnologie e guerre, nella comunicazione e nelle dittature, fino alla globalizzazione. Si tratta di uno dei periodi più fertile nella storia dell’arte e della cultura. Tratta spesso il rapporto tra suono, cinema ed espressioni visive. Ha anche partecipato all’organizzazione della rassegna “Sound&Vision”.


Philippe Daverio: l’arte spiegata con passione


Beatrice è anche su Youtube

Il critico presenta la storia dell’arte moderna e contemporanea anche su un canale Youtube. Propone delle lezioni settimanali sui movimenti artistici e i maestri che possono essere utili agli studenti che preparano la maturità. Ogni giorno, poi, il docente dello Iaad di Torino racconta curiosità e aneddoti sull’argomento.

Luca Beatrice e “Da che arte stai?”

Ha iniziato a lavorare nel settore artistico incontrando creativi della sua generazione, per poi occuparsi di mostre più importanti. Nel 2009 ha curato il Padiglione Italia alla Biennale di Venezia, poi ha collaborato ad eventi su Andy Warhol, Jackson Pollock, Edward Hopper. Vuole scrivere un libro coi ritratti di cento persone che ha incontrato e hanno contribuito a formarlo. Col libro “Da che arte stai?” afferma che al mondo c’è spazio per l’inventiva, la fantasia. Il Novecento raccoglie il lascito del secolo precedente e lo elabora, dando ancora più velocità al cambiamento. Nelle sue pagine scorrono le personalità che hanno lasciato il segno nel modo di esprimersi e trasmettere emozioni. Beatrice ha sempre una visione innovativa, intelligente, lucida, della creatività e non solo. Nel tuo libro c’è tutto per comprendere com’è cambiato il modo di rappresentare la realtà, l’astrattismo, il cubismo e il disegno figurativo.

Commenti