Con il comizio di Tulsa riparte lo show di Trump

0
751

Sabato sera si è svolto il primo comizio di Trump post pandemia a Tulsa, che tra polemiche e contestazioni, si è rivelata un’azione impopolare per il Presidente.

Il comizio si è svolto al Bok Center di Tulsa, un palazzetto di 19 mila posti. Le aspettative degli organizzatori dell’evento prevedevano un sold out, tuttavia la parte superiore delle tribune è rimasta vuota, causando un flop per il Presidente, che ha aperto il suo discorso dicendo al pubblico (privo di mascherine):”Siete dei guerrieri“.

Il discorso di Trump

Covid-19

Nel discorso il presidente Donald Trump si è vantato di aver preso delle ottime misure per fronteggiare la pandemia da Covid-19 e di aver salvato milioni di vite umane. Egli ha inoltre affermato che questo virus ha molti nomi: molti sostengono sia un batterio virale, ma lui preferisce chiamarlo influenza, denigrando la popolazione cinese dandogli l’appellativo di “Kung-Flu”, così come prima lo aveva definito “virus cinese”.

Trump ha aggiunto di aver rallentato i test per il coronavirus perché “un aumento di test porta ad un incremento di casi”. Tuttavia la Casa Bianca si è giustificata affermando che stava scherzando.

La sua presunta malattia

Il presidente Trump ha definito i media dei diffusori di fake news in relazione alla scena in cui egli fatica a scendere la rampa di scale all’Accademia West Point. Lui ha dichiarato di aver faticato non per problemi di salute, bensì per le sue scomode scarpe con la suola di cuoio.

L’attacco a Biden e ai Democratici

Trump ha introdotto il suo discorso sui Dem definendo il suo sfidante alla Casa Bianca, Joe Biden, lo “Sleepy Joe“, nonché un pupazzo della sinistra radicale che riempirà la Corte Suprema di estremisti.

Ha inoltre attaccato i Democratici sottolineando che lui ha tagliato le tasse e loro invece le aumenteranno, aggiungendo che lui, Trump, rappresenta il partito GOP dell’ordine e della giustizia, i Dem vogliono anarchia.

La statua di Colombo

Un altro argomento trattato da Trump riguarda la statua di Cristoforo Colombo, che i manifestanti anti-razzisti vorrebbero abbattere. Il presidente ha assicurato che lui la difenderà perché ama l’Italia e ringrazia il suo popolo, tanto da pronunciare “Italia” in italiano.

Il flop di Trump

Alla fine il secondo discorso previsto per il pubblico fuori dal palazzetto è stato cancellato a causa della scarsa affluenza di partecipanti all’evento.

Si sono verificate diverse contestazioni dei Black Lives Matter, dovute anche all’omicidio di un altro afroamericano proprio a Tulsa, degenerate con uomini armati che seguivano i manifestanti e la polizia è intervenuta per disperdere la folla. Insomma, un inizio sotto le aspettative di Trump.