Dal 27 marzo è possibile vedere dopo quattro anni di restauro , il cartone preparatorio della Scuola di Atene di Raffaello Sanzio il cosiddetto progetto dell’affresco all’interno della Cappella Sistina , un intervento di restauro durato molto a lungo finanziato dalla Società Ramo per volontà del fondatore Giuseppe Rabolini.

L’opera come tutti ben sanno , raffigura la cultura e il mondo dell’antica Grecia dove sono rappresentati filosofi di fama mondiale come Platone dipinto con le sembianze di Leonardo Da Vinci che punta il dito in alto mentre regge il Timeo , e Aristotele con in mano il libro dell’etica .

Il restauro iniziò nel 2014 attuato dalla Veneranda Biblioteca Ambrosiana coadiuvata da esperti di conservazione e restauro dei musei vaticani e anche dalla soprintendenza di Milano , dal 1626 l’opera è patrimonio della Pinacoteca Ambrosiana , ma nel 1796 fu requisita dai francesi dove la restaurarono al Louvre , ritornò in Italia nel 1816 , nel 1946 venne esposta a Lucerna in una mostra per raccogliere fondi per ricostruire l’Ambrosiana.

Il 6 aprile , giorno della ricorrenza della morte di Raffaello Sanzio l’Ambrosiana darà la possibilità gratuita di visitare il museo e la stanza 5 dove è allestita l’opera di Raffaello , una sala possiamo dire virtuale dove è stato allestito uno spazio didattico dove è possibile guardare l’opera in un’altra prospettiva e capire le singole figure , inoltre il cartone è protetto da vetri antiriflessi che danno la possibilità di guardare la sua bellezza anche da lontano

Condividi e seguici nei social

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here