Completata la Bibbia di Gutenberg

0
597
OLYMPUS DIGITAL CAMERA
Bibbia di Gutenberg

Quale invenzione ha influito maggiormente sull’uomo negli ultimi 1200 anni? Può avere a che fare con tecnologie moderne o mezzi di locomozione? No, secondo molti esperti lo è stata la stampa a caratteri mobili grazie al suo ideatore, Gutenberg.

La sua invenzione è stata definita il più grande contributo tedesco alla civiltà, ogni esemplare superstite del suo capolavoro di stampa, la cosiddetta Bibbia di Gutenberg o delle 42 linee con 180 copie stampate oggi vale una fortuna.

Pubblicata a Magonza nel 1455, il libro sacro la ”Bibbia” composta di 1.282 pagine, ciascuna con due colonne di 42 righe e di due volumi, mentre le miniature che decorano le intestazioni e la prima lettera di ogni capitolo furono fatte in seguito all’esterno dell’officina di Gutenberg che incise su un blocco di acciaio l’immagine in rilievo di ciacuna immagine o simbolo. Lo stampo di metallo veniva usato per punzonare l’immagine su un blocchetto fatto di metallo più tenero come il rame o l’ottone. Sul metallo più tenero veniva impressa un immagine detta ‘’Matrice’’. Il passo successivo era lo stampo di fusione, idea strepitosa di Gutenberg. La Matrice per una determinata lettera veniva fissata sul fondo dello stampo, in cui poi si versava una speciale lega fusa.

Tutto questo rivoluzionò totalmente lo scenario culturale e sociale europeo.

Quanti caratteri tipografici saranno serviti per la stampa? Possiamo dire che ogni pagina racchiude 2.600 caratteri circa. Gutenberg scelse di usare per il suo libro in latino i caratteri gotici, gli stessi che usavano i monaci. Le persone rimanevano piacevolmente impressionate poiché ogni parola e frase, confrontata ad altre Bibbie risultava identica, a questo proposito Gunther S. Wegener scrisse riguardo alla Bibbia di Gutenberg che ”possiede una tale uniformità e simmetria, armonia e bellezza che gli stampatori di ogni epoca sono rimasti stupiti da questo capolavoro”.

L’invenzione di Gutenberg si divulgò molto rapidamente anche perché non riguardava più soltanto i privilegiati ma si estese fino a diventare alla portata di tutti.

Quante copie abbiamo ancora di Gutenberg? Si pensava ne fossero rimaste 48 tra cui alcune incomplete ma nel 1996 fu trovata in un archivio di una chiesa una seconda parte della Bibbia di Gutenberg. Ad oggi possiamo dire che alla Biblioteca del Congresso di Washington troviamo una delle sue copie più raffinate in pergamena. Oggi il valore della sua Bibbia si è considerevolmente moltiplicato fino ad arrivare al prezzo di 3.700.000 marchi.

Siamo molto grati a Gutenberg per questa scoperta, Martin Lutero si espresse a favore della macchina da stampa, definendola ”divina”. Lui stesso la utilizzò per espandere il messaggio.

​La Bibbia oggi è il libro più venduto al mondo. Si calcola che siano state stampate 5 miliardi di copie, per intero o in parte in più di 2800 lingue.

Commenti