Commento di Trump sul Nilo fa arrabbiare l’Etiopia

Dopo che il presidente Trump ha suggerito che l'Egitto potrebbe distruggere la controversa diga sul Nilo, il primo ministro dell'Etiopia ha detto che il suo Paese non cederà ad aggressioni di alcun tipo

0
305
Commento di Trump

La Grand Renaissance Dam è la più grande centrale idroelettrica dell’Africa che l’Etiopia sta costruendo. Tale diga è al centro di una lunga disputa che coinvolge Etiopia, Egitto e Sudan. Trump ha affermato che l’Egitto potrebbe far saltare in aria la costruzione. Il commento di Trump ha fatto arrabbiare l’Etiopia. Il ministro degli Esteri etiope ha convocato l’ambasciatore statunitense per chiarire i commenti del Presidente.

Cos’è la diga del Nilo e perché è contestata?

Nel 2011, l’Etiopia aveva annunciato l’inizio della costruzione della diga Grand Renaissance Dam, per migliorare lo sviluppo economico del Paese.

La costruzione è iniziata sull’affluente del Nilo Azzurro sugli altopiani dell’Etiopia settentrionale, dove scorre l’85% delle acque del Nilo. Questa costruzione ha causato una diatriba fra Egitto, Etiopia e Sudan.

L’Egitto, infatti, fa affidamento sul Nilo per la maggior parte del suo fabbisogno idrico, e quindi è preoccupato che tale diga possa interrompere le forniture di acqua. Di conseguenza, l’economia potrebbe esserne devastata. Anche il Sudan è preoccupato per la scarsità di acqua che potrebbe rimanergli.

Sono così iniziati dei negoziati fra i tre Paesi con la supervisione degli Stati Uniti. Tuttavia, questi negoziati non hanno portato ad alcuna conclusione.

Il commento di Trump sullla diga – cosa ha detto?

Il presidente americano Donald Trump, mentre era al telefono on il Primo Ministro del Sudan Abdalla Hamdok e il premier israeliano Benjamin Netanyahu per raggiungere un accordo per la normalizzazione dei rapporti fra i due Paesi, ha discusso dell’argomento della diga del Nilo.

Trump e Hamdok hanno espresso la speranza di una risoluzione pacifica della controversia. Tuttavia, il presidente Trump ha affermato che è una situazione pericolosa perché l’Egitto non potrà vivere in quel modo.

Il Presidente ha detto: “Lo dico forte e chiaro. L’Egitto deve fare qualcosa. Faranno saltare in aria quella diga”.

La risposta del premier etiope

Dopo le parole del presidente Trump, il premier etiope Abiy Ahmed ha risposto duramente. Ahmed ha infatti dichiarato: “L’Etiopia non cederà ad aggressioni di alcun tipo. Gli etiopi non si sono mai inginocchiati per obbedire ai loro nemici, ma per rispettare i loro amici. Non lo faremo oggi né in futuro. Minacce di qualsiasi tipo sulla questione sono violazioni fuorvianti e improduttive del diritto internazionale”.

In una dichiarazione separata, il Ministero degli Esteri etiope ha affermato:L’istigazione alla guerra tra Etiopia ed Egitto da parte del Presidente degli Stati Uniti in carica non riflette né la partnership di lunga data di alleanza strategica fra Etiopia e USA né è accettabile nel diritto internazionale, che disciplina le relazioni interstatali”.


Leggi anche: Trump annuncia apertura delle relazioni tra Sudan e Israele

Commenti