Come scegliere una smart TV

0
170

I modelli più moderni di televisore sono dotati di numerose funzionalità, tra le quali la possibilità di connettersi a internet e accedere alle maggiori piattaforme di streaming. Questa prerogativa fa sì che i dispositivi di questo tipo vengano denominati “smart”, ossia intelligenti in quanto offrono all’utente un ventaglio di opzioni più ampio di quello rappresentato dal solo bouquet delle trasmissioni del digitale terrestre. In commercio esistono tanti modelli, molto diversi tra loro per caratteristiche, tecnologia e prezzo: per scegliere quello che meglio si adatta alle proprie esigenze, è necessario tenere in conto una serie di fattori ben precisi. Di seguito, vediamo quali sono e come possono orientare la scelta.

Quali caratteristiche prendere in considerazione

L’acquisto di un televisore è un investimento a medio-lungo termine che implica anche precise scelte in termini di arredo e design; il dispositivo diventerà una parte fissa della propria casa e, di conseguenza, è bene sceglierlo con cura.

I fattori che determinano la scelta di un modello o di un altro sono i seguenti: lo spazio a disposizione, il budget (o il limite massimo di spesa), le dimensioni, la tecnologia.

Scegliere la TV in base allo spazio

Per quanto possa sembrare banale, la prima cosa da prendere in considerazione quando ci si appresta a scegliere un modello di televisore è lo spazio a disposizione. In realtà, vanno valutate due caratteristiche ben diverse: la superficie disponibile per l’installazione o la collocazione della TV e le dimensioni dell’ambiente in cui quest’ultimo verrà collocato.

Per quanto riguarda la prima, bisogna scegliere un apparecchio che possa essere agilmente sistemato all’interno di un vano o agganciato ad una parete (tramite un apposito supporto). Le dimensioni della stanza, invece, vanno valutate per determinare la distanza tra la TV e l’area di visione (letto, poltrona, divano e simili); tale parametro varia in base alla grandezza dello schermo. Per una TV da 40’’, ad esempio, la distanza ottimale è di un metro e 80 cm mentre per una da 32’’ si riduce a 140 cm.

Il budget

Un altro fattore che incide molto sulla scelta di una TV è il budget: in commercio è possibile trovare soluzioni per tutte le tasche che vanno dalle poche centinaia di euro a prezzi superiori ai mille euro. Queste differenze sono determinate dalle dimensioni e dalla tecnologia che caratterizzano un determinato modello.

La tecnologia

In fase di scelta, l’aspetto più tecnico e caratterizzante (la tecnologia) viene generalmente messo in secondo piano ma non è certo meno importante. La stragrande maggioranza delle TV moderne utilizza schermi a LED (che hanno sostituiti quelli LCD), ricorrendo a versioni più o meno aggiornate di questa tecnologia ormai ampiamente diffusa. Le declinazioni più moderne sono rappresentate dagli OLED e dagli schermi Quantum dot, che assicurano un’immagine nitida e un contrasto ottimale.

Un altro parametro da tenere in conto è la risoluzione; i riscontri migliori sono quelli offerti dall’Ultra HD (3840×2160 pixel) e dal 4K, mentre il Full HD (1920×1080 pixel) rappresenta una buona alternativa. Anche l’impianto acustico contribuisce a migliorare le ‘prestazioni’ della TV: un audio surround sarebbe la soluzione migliore ma, laddove non sia fattibile, è consigliabile valutare attentamente la resa dei bassi e del parlato.

Come scegliere la TV ‘giusta’

Per individuare il modello di televisore più congruente con le proprie esigenze, vanno anzitutto tenuto in conti i fattori sopra elencati. Inoltre, è una buona idea cercare di informarsi il più possibile circa un modello di particolare interesse; a tal proposito è possibile consultare le recensioni e gli approfondimenti offerti da portali specializzati come smartdomotica.it, ed in particolare la sezione dedicata alle Migliori TV e Smart TV in commercio, dove è possibile confrontare i dati tecnici e le specifiche di tanti modelli diversi.

Commenti