Come cambieranno i rapporti tra l’Iran e l’America

Il rapporto tra Biden e Iran cambierà. Ma in che modo? Il nuovo presidente degli Stati Uniti rimedierà al passato?

0
359
Biden e Iran

Con la vittoria dei Democratici in America, la domanda per il Medio Oriente non può che essere: Come saranno i rapporti tra Biden e Iran? Biden sembra molto più disponibile rispetto a Trump. Tuttavia, sarà quasi impossibile cancellare gli sforzi fatti dal suo predecessore. Le conseguenze delle nuove elezioni risuoneranno lungo tutto il globo, ma in nessun posto quanto in Iran.

Biden e Iran: cosa succederà agli accordi sul nucleare?

Poco dopo che Trump è diventato presidente, la prima cosa che ha fatto è stata togliersi dagli accordi sul nucleare con l’Iran. L’accordo del 2015 era stato considerato da molti come un patto storico. Allora Biden si trovava alla vicepresidenza e Obama era al comando. Biden ha promesso che tornerà a far parte dell’accordo se l’Iran farà lo stesso. L’Iran allo stesso tempo ha risposto: “Gli Stati Uniti dovranno prima tornare alla legge e agli impegni internazionali“. Biden ha promesso più volte di cambiare rotta rispetto al passato, ma il percorso per intraprendere la strada dell’alleanza è molto complesso. Il ministro degli Esteri iraniano Mohammad Javad Zarif ha detto che l’Iran non negozierà in alcun caso i termini dell’accordo sul nucleare. Ha poi aggiunto: “Se avessimo voluto farlo, avremmo potuto farlo con il presidente Trump quattro anni fa“.

Ci vuole prudenza

L’accordo avrebbe sicuramente delle influenze su molti aspetti del programma dell’Iran sul nucleare. Tra questi ad esempio lo sviluppo e il collaudo avanzato delle centrifughe. Tuttavia, Henry Rome, analista senior dell’Iran presso la società di consulenza sul rischio politico con sede negli Stati Uniti Eurasia Group, si aspetta che sia l’Iran che gli Stati Uniti procedano con cautela nei primi mesi di presidenza Biden. L’osservatore ha spiegato che: “Biden dovrà affrontare una serie di priorità più urgenti e Teheran sarà cauta nel sembrare troppo ansiosa di negoziare e dare via la leva prima delle elezioni presidenziali di giugno“. Il presidente iraniano si sta infatti avvicinando alla fine del suo mandato. Lascerà il posto al suo successore a inizio agosto. Probabilmente l’attuale leader vuole raggiungere tutti i suoi obiettivi prima di quella data.

Biden e Iran: l’eredità che ha lasciato Trump

Trump ha avuto un rapporto turbolento con l’Iran. Ha imposto una serie di sanzioni economiche, che sono state etichettate come una campagna di “massima pressione” sull’Iran. Le conseguenze sono state un’inflazione spropositata e la grande carenza di medicinali. Trump ha anche soffocato le esportazioni di petrolio, queste si sono effettivamente ridotte. Tuttavia, l’Iran riesce a esportarne ancora tantissime al di là delle sanzioni americane. Il presidente iraniano Hassan Rohani ha invitato il presidente eletto Joe Biden a “compensare gli errori del passato“. Per farlo deve riportare l’America negli accordi sul nucleare. Il leader iraniano ha poi continuato: “Ora, si è presentata un’opportunità per la prossima amministrazione degli Stati Uniti di compensare gli errori del passato e tornare sulla via del rispetto degli accordi internazionali attraverso il rispetto delle norme internazionali“.

Commenti