ColornoPhotoLife: il festival della cultura fotografica

A Colorno dall'11 settembre mostre, workshop e concorsi per gli appassionati dell'obbiettivo

0
421
ColornoPhotoLife
Giulio di Meo parteciperà a ColornoPhotoLife

Dall’11 settembre all’8 dicembre la nuova edizione di ColornoPhotoLife indaga “Il fattore umano”. Il festival propone “radici e nuove frontiere”, miscelando mostre di autori che hanno fatto la storia della fotografia e giovani autori emergenti. Un evento di cultura fotografica in cui appassionati di ogni livello espongono a fianco di maestri. L’occasione per scoprire le tendenze in atto nel settore.


Il fotografo Masayoshi Sukita e David Bowie


Chi espone a ColornoPhotoLife?

I locali della Reggia di Colorno accolgono gli scatti del fotografo siciliano Ferdinando Scianna nella mostra “Il ritratto, Sciascia a Borges”. L’esposizione sarà visitabile dal 12 settembre all’8 dicembre. Ci saranno anche le immagini di “Uno sguardo di donna su volti, corpi, paesaggi” di Carla Cerati, aperta dal 16 ottobre all’Immacolata. Le presentazioni sono organizzate in collaborazione con ANTEA e curate da Sandro Parmiggiani. Da segnalare anche i prestigiosi prestiti del Centro studi e archivio della comunicazione dell’Università di Parma. Il festival è un momento di confronto per il mondo fotoamatoriale, a Colorno possono trovare consigli e aiuti per migliorare la propria passione. “Riteniamo che la condivisione dei diversi percorsi – sottolineano gli organizzatori – sia essenziale per la crescita delle nostre capacità espressive”.

Fotografi emergenti al MUPAC

Nello spazio museale del MUPAC nell’Aranciaia dall’11 settembre al 10 ottobre sono in programma le mostre di giovani autori emergenti.

  • “Il condominio” di Veronica Benedetti (vincitrice premio MUSA per le donne);
  • “Brain Damage” di Michele Di Donato, a cura di Loredana De Pace;
  • “Crossing the Balkans” di Matteo Placucci.


Dal 15 ottobre al 7 novembre proseguirà l’esposizione “Crossing the Balkans” di Matteo Placucci. Il pubblico potrà visitare “Anticorpi Bolognesi” di Giulio Di Meo in collaborazione con Stop “Ruggine”. Poi saranno protagonisti Francesca Artoni (vincitrice Colornophotolife 2020) di Maria Cristina Comparato “Della presenza” (vincitrice Portfolio Italia 2020). Da vedere anche “Shooting in Sarajevo” di Luigi Ottani, su progetto di Roberta Biagiarelli e Luigi Ottani e la collettiva Color’s Light. Il festival è anche l’occasione per presentare i risultati dei laboratori tematici “L’uomo e l’umanità” del dipartimento cultura della FIAF. In rappresentanza delle rassegne gemellate ci sono:“FacePhotoNews” di Sassoferato, “Una penisola di Luce” di Sestri Levante, “Carpi foto festival” del Grandangolo di Carpi. Presente pure GF Colibrì di Modena.

Workshop con Sara Munari e Giulio Di Meo


Il festival offre anche momenti di crescita tramite i workshop con docenti selezionati tra i migliori professioni del settore. Il 25 settembre Loredana De Pace illustrerà “Come (e perché) fare una fanzine”, mentre il 9 e 10 ottobre Sara Munari tratterà il tema “La ricerca dello stile fotografico”. Il 23 e 24 ottobre Giulio Di Meo indagherà “Il fattore umano”, poi il week end del 16 e 17 tappa a Portfolio Italia per il concorso nazionale. Critici, storici della fotografia, fotografi e addetti ai lavori saranno a disposizione per esaminare, commentare e premiare il lavoro di giovani fotografi o di fotografi professionisti. Il costo di partecipazione è 10 € (2 letture), gratuito per i soci FIAF, Color’s Light e Soci COOP alleanza3.0. La rassegna ha il patrocinio di Fiaf, Comune di Colorno, Regione Emilia Romagna e Provincia di Parma. È organizzato anche dal Gruppo Fotografico Color’s Light e ANTEA.