giovedì, Luglio 18, 2024

Colloqui USA-talebani: niente cooperazione contro ISIS

I primi colloqui USA-talebani sono stati “franchi e professionali”. Ad affermarlo è stato il portavoce del Dipartimento di Stato americano. Washington si è impegnata ad offrire assistenza umanitaria al popolo afghano, ma ha sottolineato che non riconoscerà formalmente il governo dei talebani. Dal canto loro, i talebani hanno affermato che l’incontro è andato bene. Hanno permesso che l’Afghanistan non diventerà base per i terroristi. Tuttavia hanno sottolineato che non ci sarà una cooperazione con gli USA per combattere l’ISIS.

Colloqui USA-talebani: cos’è successo?

Gli USA hanno affermato che il primo colloquio faccia a faccia tra alti funzionari statunitensi e i talebani è stato “franco e professionale”. Inoltre hanno ribadito che la parte americana giudicheranno i talebani per le loro azioni, non solo per le loro parole. Il portavoce del Dipartimento di Stato USA, Ned Price, ha affermato che la delegazione statunitense durante i colloqui si è concentrata sulle preoccupazioni per la sicurezza e il terrorismo e sul passaggio sicuro per i cittadini statunitensi, altri cittadini stranieri e afghani, nonché sui diritti umani, inclusa la significativa partecipazione delle donne in tutti gli aspetti della società afghana.

Price ha anche affermato che le due parti hanno anche discusso “della fornitura da parte degli Stati Uniti di una solida assistenza umanitaria, direttamente al popolo afghano”. Washington quindi accettato di fornire aiuti umanitari all’Afghanistan governato dai talebani, ma ha sottolineato che si è rifiutata di riconoscere il nuovo esecutivo.

Le dichiarazioni dei talebani

Il ministero degli Esteri a Kabul ha riferito che l’incontro è andato bene e che ha accolto con favore l’offerta statunitense di assistenza umanitaria. Inoltre ha affermato che le autorità locali faciliteranno la consegna e coopereranno con i gruppi di aiuto. Tuttavia ha dichiarato che tale assistenza “non dovrebbe essere collegata a questioni politiche”. Durante l’incontro si sono svolte discussioni dettagliate su tutte le questioni rilevanti. E dovrebbero essere compiuti sforzi per ripristinare le relazioni diplomatiche in uno stato migliore”, ha affermato il ministero in una nota, aggiungendo che incontri simili si terranno in futuro, se necessario. Secondo quanto dichiarato dal portavoce dei talebani Suhail Shaheen all’Associated Press, i talebani avrebbero garantito che l’Afghanistan non sarà la base per terroristi che vogliono attaccare altri Paesi. Tuttavia escludono la cooperazione con gli Stati Uniti per la lotta all’ISIS.


Leggi anche: USA-talebani: atteso il primo incontro in Qatar

I talebani non lavoreranno con USA per contenere l’estremismo

Related Articles

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

- Advertisement -spot_img

Latest Articles