Collezione Macklowe: la prima parte incassa 676 milioni

La vendita da Sotheby's New York ha registrato un nuovo record d'artista per Jackson Pollock

0
367

“No. 7” di Mark Rothko e “Numero 17, 1951” di Jackson Pollock hanno catalizzato l’attenzione all’asta della collezione Macklowe. Anche la scultura in bronzo di Alberto Giacometti, “Le nez”, ha raggiunto una cifra considerevole. L’incasso complessivo è di 676 milioni $.


Un Rothko di Bunny Mellon torna in vendita


Perché una vendita per la collezione Macklowe?

Le opere d’arte del Novecento presentate lunedì sera erano 35 dei 60 pezzi di proprietà degli estimatori. L’imprenditore immobiliare, Harry Macklowe, e la moglie, Linda Burg, hanno divorziato nel 2018 e il giudice ha stabilito la vendita di parte della collezione. Gli altri dipinti saranno inseriti in un catalogo d’asta la prossima primavera e gli ex coniugi divideranno il ricavato. Il valore complessivo della selezione di creazioni Koons, Picasso e Rothko era di 400 milioni $. La coppia ha infatti acquistato i lavori nei 59 anni di convivenza per le residenze a New York e negli Hamptons. Il resto dei quadri potrebbe poi superare il record stabilito dalla collezione Rockefeller venduta nel 2018 da Christie’s a $ 835 milioni.

I dipinti acquistati ai prezzi maggiori

L’opera di Mark Rothko realizzata nel 1951 presenta il tema del colore sviluppato dall’artista. Lavanda, verde e arancione sono le cromie che il pittore sceglie, contornate da un bordo che sfuma dal terra di Siena al carminio. Un collezionista asiatico ha speso 82,4 milioni per “No. 7” che sfiora il record del maestro. Infatti, è il secondo prezzo più alto sborsato per una delle sue opere. Anche la scultura in bronzo “Le Nez” di Alberto Giacometti ha raggiunto una cifra considerevole, 78,3 milioni $. Appesa a un’intelaiatura metallica, una testa con un’espressione grottesca e il naso lungo è il frutto delle ricerche sulla spazialità e il rapporto con lo spettatore.

Record per Jackson Pollock

L’artista americano ha superato i precedenti primati con “Numero 17, 1951”, arrivando a 61,1 milioni $. Le offerte per il pittore astratto Cy Twombly si sono invece chiuse a 58,8 milioni. L’asta da Sotheby’s New York ha quindi riservato delle sorprese ai collezionisti.