Colesterolo alto: i fagioli borlotti possono abbassarlo “in modo significativo”

0
269

L’alimentazione gioca un ruolo enorme nella nostra salute e sul colesterolo alto. Mentre alcuni alimenti possono metterti a maggior rischio di sviluppare determinate condizioni mediche, altri possono avere l’effetto opposto. Uno studio ha dimostrato che i fagioli borlotti, possono abbassarlo.

Avere il colesterolo alto, cosa significa?

Quando si ha il colesterolo alto, significa che si ha troppa sostanza grassa chiamata colesterolo nel sangue. Ciò può creare un accumulo nei vasi sanguigni che alla fine porta a condizioni gravi come infarti e ictus. Ci sono molti fattori che possono causare questo fattore tra cui, mancanza di esercizio fisico, l’età e la genetica.

E’ l’alimentazione, una delle cause principali

Pertanto, coloro che sono a rischio o che ne soffrono, saranno incoraggiati a ridurre l’assunzione di cibi grassi, zuccherati e trasformati di conseguenza. Allo stesso modo, ai pazienti verrà consigliato di aumentare l’assunzione di altri cibi più sani.

Uno nuovo studio sul colesterolo alto

Ha dimostrato che un tipo di fagiolo, comunemente usato come componente di fagioli fritti sui nachos, potrebbe essere benefico per chi ha il colesterolo alto. I fagioli borlotti hanno dimostrato di abbassare il colesterolo.

Il documento, pubblicato sul Journal of Nutrition, ha studiato gli effetti dei fagioli borlotti sui criceti

Come parte della ricerca, 44 criceti siriani dorati maschi sono stati assegnati in modo casuale a quattro gruppi dietetici. Questi includevano una dieta del 5% di grassi, una dieta del 15% di grassi, una dieta ricca di grassi saturi integrata con il 5% di fagioli borlotti interi o una dieta ricca di grassi saturi integrata con lo 0,5% di bucce di fagioli borlotti (un sottoprodotto) per quattro settimane. Sono stati raccolti campioni di plasma, fegato, intestino e feci per valutare i livelli di colesterolo.

Proprietà e benefici dei fagioli borlotti

fagioli sono ricchi di fibre, perciò hanno un effetto lassativo, utile in caso di stitichezza ed emorroidi. Inoltre contribuiscono ad abbassare i trigliceridi ed anche la glicemia, e sono quindi indicati nei casi di diabete. Naturalmente privi di colesterolo, i fagioli sono ricchi di fibre e di lecitina, un composto che favorisce l’emulsione dei grassi. Contengono inoltre vitamine, soprattutto dei gruppi A, B, C ed E, e sali minerali, tra cui ferro, potassio, calcio, fosforo e zinco. I legumi sono in grado, grazie al loro contenuto di lecitine, di ridurre trigliceridi e colesterolo LDL, quello cattivo, per intenderci, innalzando il colesterolo HDL. Inoltre, essi riducono la pressione sanguigna e sono in grado di abbassare lo stato infiammatorio cronico nell’organismo.