Cobbler di pesche: la pasta frolla sbriciolata Americana

0
299

Quando si sente parlare di Cobbler di pesche in cucina in Europa si è un po’ confusi ma si tratta semplicemente di pasta frolla sbriciolata dove viene inserita la frutta. Il cobbler è un dolce tradizionale del Regno Unito e degli Stati Uniti simile al crumble. Le pesche sono dolci e aromatiche e in questo piatto si ritrova la croccantezza e la corposità. Un mix assolutamente da provare per assaporare altri sapori poco conosciuti.


Marmellata Chia Bellini: il felice matrimonio pesche-semi


Cobbler di pesche: un dolce saporito

Ci sono due tipi principali di crobbers alla pesca: quelli con una guarnizione di pastella e quelli con i condimenti tipo biscotto Americano/focaccina Australiana. Il biscotto è friabile all’esterno e soffice all’interno e viene esaltato dall’odore di cannella. Si tratta di un abbinamento perfetto per pesche morbide, succose e calde che nuotano sotto uno sciroppo di pesche non troppo dolce.

Cobbler di pesche: ingredienti ripieno

  • Pesche: qui la chiave è la pesca matura. Questa ricetta funzionerà con pesche bianche, nettarine e prugne. Per quanto riguarda le pesche in scatola andranno benissimo anche loro. Basta leggere le note delle ricette su come regolare la ricetta per utilizzare le pesche in scatola.
  • Zucchero: viene mescolato con le fette di pesca per fare in modo che esca il succo di pesca. I succhi vengono quindi utilizzati per preparare lo sciroppo. Perché uno sciroppo di pesca che sa di pesche batte lo sciroppo di zucchero semplice e insipido.
  • Amido di mais: è usato per addensare i succhi di pesca per trasformarlo in uno sciroppo che ricopre le pesche.
  • Limone: per un tocco acido che bilancia la dolcezza. Non rende lo sciroppo aspro, aggiunge solo freschezza.
  • Sale: come per quasi tutti i dolci, basta un tocco di sale per esaltare i sapori.

Ingredienti per la copertura

  • Farina: la ricetta prevede la farina semplice ma puoi sostituirla con farina autolievitante. Basta saltare il lievito e il bicarbonato di sodio.
  • Lievito in polvere e bicarbonato di sodio (bi-carboidrato): questa è una di quelle ricette irritanti che richiedono entrambi, ma per una buona ragione. La combinazione rende il condimento più leggero e migliore rispetto all’utilizzo dell’uno o dell’altro. Il bicarbonato di sodio è più potente del lievito in polvere quindi dà una spinta alla lievitazione quando va in forno per la prima volta.
  • Burro: i cubetti freddi di burro non salato vengono inseriti nella farina per preparare l’impasto della guarnizione. 
  • Yogurt: aggiunge umidità nella pastella senza renderla sottile. Vogliamo una pastella molto densa in modo che possa essere “sbriciolata” sulla superficie.
  • Zucchero: non troppo, solo 1/3 di tazza. Ci affidiamo principalmente alla dolcezza naturale delle pesche.
  • Zucchero Demerara: questo è un tipo di zucchero a grana più grande con un leggero sapore di caramello, cosparso sulla superficie per aggiungere un bel tocco croccante. 
  • Cannella: l’accenno di cannella qui è semplicemente divino.

Cobbler di pesche: il procedimento

  1. Sbucciate e tagliate a metà le pesche. Togliete il nocciolo e tagliate ogni metà in 4 spicchi.
  2. Passate le pesche nello zucchero, quindi lasciatele lì per 40 minuti.  Questo si chiama macerazione. Se sono maturi e succosi dovrebbero dare molto succo.
  3. Scolate le pesche in uno scolapasta posto su una ciotola.
  4. Misurate 1/4 di tazza di succo di pesca e versatelo nuovamente nella ciotola. Se siete bassi rabboccare preferibilmente con succo di pesca altrimenti con acqua. Ma se avete usato pesche mature non dovreste avere questo problema.
  5. Mescolate il succo di pesca messo da parte con la maizena e il succo di limone.
  6. Aggiungete le pesche scolate e mescolare per ricoprire.
  7. Versate le pesche e il succo in una teglia media di vetro o ceramica È meglio non usare una padella di metallo perché potrebbe far annerire le pesche.
  8. Cuocete per 12 minuti quindi togliete dal forno. Lo scopo di questo passaggio è quello di dare alle pesche un vantaggio perché impiegano più tempo a cuocere rispetto al condimento.

Mentre le pesche sono in forno, iniziate a farcire.

Farcitura e assemblaggio

  1. Sbattete insieme la farina, lo zucchero, il lievito, il bicarbonato e il sale per unire. Quindi strofinate il burro freddo con le dita fino a renderlo simile al pangrattato. In alternativa usate un robot da cucina.
  2. Miscelate dopo aver aggiunto il burro.
  3. Incorporate delicatamente lo yogurt e mescolare delicatamente con una spatola di gomma fino a formare l’impasto. Smettere di mescolare quando lo yogurt è per lo più amalgamato.
  4. Sbriciolate grossi grumi di condimento sulla superficie. Non coprire completamente la superficie altrimenti lo sciroppo non si restringerà e non si addenserà.
  5. Spolverate  con zucchero demerara e cannella.
  6. Cuocete per 20 minuti quindi togliere dal forno. Il Cobbler è pronto quando il centro della copertura del biscotto è dorato. Il tempo esatto di cottura dipende dallo spessore dello strato di biscotto, quindi è meglio usare un termometro. Ma se non ne avete uno controlla semplicemente rompendo la guarnizione nel mezzo. Lasciar riposare per 20 minuti per permettere allo sciroppo di addensarsi. Non preoccupatevi sarà ancora perfettamente caldo per essere servito. Può essere inserito anche un gelato freddo per un contrasto perfetto.

Pagina Twitter Giallo Zafferano: https://twitter.com/GialloZafferano?ref_src=twsrc%5Egoogle%7Ctwcamp%5Eserp%7Ctwgr%5Eauthor