PARIGI- oggi pomeriggio sabato 12 dicembre 2015 ci sarà l’accordo ufficiale sul dibattito della questione clima, l’accordo prevederebbe 100 miliardi di dollari all’anno fino ad arrivare al 2020.Per il ministro francese Laurent Fabius – ministro ancora in carica che ricopre il ruolo degli Affari Esteri e dello Sviluppo Internazionale della Repubblica francese – La decisione finale che verrà stipulata oggi “sostiene che i soldi stanziati ovvero i 100 miliardi di dollari all’anno da qui al 2020 quelli che verranno dati per la salvaguardia del clima del globo “sia il nuovo trampolino di lancio e di partenza per chi vuole che il clima del nostro Pianeta sia migliore”. Questo è quello che ha detto in una conferenza Laurent Fabius.
Solo con l’aiuto degli altri si può raggiungere il successo, il successo ci è dato da tutti gli aiuti di ogniuno di noi”; con queste parole Fabius ha fatto riferimento a Nelson Mandela
L’accordo e molto importante per tutti noi”, e le ultime battute di Fabius sono state. “ci troviamo difronte ad un testo che sarà storia”, “abbiamo fatto 30 facciamo 31”, ha detto alla conclusione del discorso il generale delle Nazioni Unite , Ban Ki-moon, dicendo che “gli interessi nazionali servono esclusivamente per aiutare la nazione queste sono le soluzioni che abbiamo proposto ed adesso concludiamo l’opera”, ha aggiunto.

Gli ostacoli da superare sono: Cina, India, Arabia Saudita, da aggiungere anche altri paesi membri della U.E. ed altri Paesi del Globo come Usa, Canada, Giappone e Australi alcuni osservatori mostrano un atteggiamento troppo rigido, e un “gioco pesante” sul fronte dei finanziamenti.

Condividi e seguici nei social
error