Classifica Unesco delle grandi città termali d’Europa

0
333

Sono entrate sabato nella lista del patrimonio mondiale dell’UNESCO, le maggiori città termali europee. Per partecipare alla classifica, 7 paesi hanno proposto 11 delle loro città: Bad Ems, Baden-Baden , Bad Kissingen (Germania); Baden bei Wien (Austria); Terme (Belgio); Vichy (Francia); Montecatini Terme (Italia); Città di Bath (Regno Unito); Franzensbad, Karlovy Vary, Marienbad (Repubblica Ceca).
Fino al 31 luglio sotto la presidenza di Fuzhou (Cina) di Tian Xuejun, Vice Ministro dell’Istruzione cinese e Presidente della Commissione nazionale cinese per l’Unesco, il comitato si riunirà online per la sua sessione annuale e inserire le città nella classifica.

Come sono nate le terme?


Le terme si svilupparono a partire dal II secolo a.C e rappresentarono uno dei principali luoghi di ritrovo e ricreativi di tutta la popolazione durante l’epoca romana. I primi impianti termali nacquero in luoghi dotati di sorgenti naturali di acque calde o curative. Soprattutto in età imperiale, le terme divennero elemento imprescindibile delle città nell’impero, grazie al livello di tecnologia raggiunto sullo sviluppo di tecniche di riscaldamento delle acque. Con dei focolari sotterranei si riscaldava l’acqua e diffondendo aria calda dagli ipocausti (spazi sottostanti alle pavimentazioni sospese). L’aspetto delle terme imperiali era imponente; gli ambienti erano sviluppati in successione, con all’interno una vasca di acqua fredda, Il frigidario, di forma circolare coperta a cupola a temperatura bassa, il calidario, con bacini di acqua calda. Posta tra la sala del frigidario e quella del calidario, vi era una stanza mantenuta a temperatura tiepida, il tepidario, ambiente in cui veniva mantenuto un raffreddamento artificiale. Oltre al calidario, si utilizzava anche una specie di sauna, passando repentinamente dal caldo al freddo. Le acque erogate dalla sorgente termale sono calde, con temperature che possono arrivare anche a 100 °C, di l’origine profonda, sono legate a passati fenomeni vulcanici.


In Unesco Padova Urbs Picta e Montecatini terme


Quali sono i benefici delle terme?

Un soggiorno alle terme può essere incredibilmente benefico per la salute del corpo e della mente, le acque termali infatti sono un valido e utile trattamento naturale per la cura di numerose patologie, tra cui dermatite, sinusite e otite. Le terme sono da sempre considerate fonte di benessere,  grazie ai numerosissimi effetti benefici per la salute dell’uomo, proprio per questo fin dall’antichità vennero usate per curare diversi disturbi. Le acque termali contengono infatti moltissime sostanze, quali zolfo, iodio ferro e cloro, che sono dotate di incredibili proprietà terapeutiche. Andare alla terme, quindi, anche solo per poche ore, rappresenta un valido e utile metodo per ritrovare il benessere.

Cosa comporta questa classificazione, per le città termali coinvolte?

Tutte le terme hanno conferito a queste città un grande prestigio, offrendo attività terapeutiche a ricreative. Ognuna a suo modo ha creato parchi urbani e passeggiate per gli ospiti delle terme, ma anche teatri e sale da concerto. Queste idee e gli scambi proposti hanno positivamente influenzato lo sviluppo della medicina, della balneoterapia e delle attività ricreative.